Riforma reclutamento, Sasso: “Precari da domani disoccupati, sono trascurati. Percorso ad ostacoli per i giovani laureati” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

“Ho qualche perplessità sul fatto che sia nata in Parlamento. Non è la riforma migliore possibile. Ci sono numerose criticità”.

Lo ha detto Rossano Sasso, sottosegretario all’Istruzione, nel corso della video intervista in diretta su Orizzonte Scuola del 30 giugno, in cui si commenta la nuova riforma del reclutamento, divenuta legge dello Stato.

E’ stato fatto qualche passo in avanti per i giovani laureati -ammette Sasso – anche se il percorso ad ostacoli che dovrebbero affrontare c’è. Sembrerebbe un concorso impegnativo“.

Per quanto riguarda i precari, spiega il sottosegretario, come al solito, hanno dato il massimo anche quest’anno. Da domani, 1 luglio, saranno disoccupati. Questa riforma del reclutamento trascura il personale precario. Non possiamo fare il meglio dei nostri ragazzi sulla pelle dei precari”.

Il deputato della Lega ricorda: “Pensiamo ad un doppio canale di reclutamento. Non è possibile di pensare di cancellare completamente il nome di migliaia di persone che oggi terminano il proprio rapporto di lavoro“.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur