Riforma e tagli alla scuola, si salva (forse) la Carta docente ma solo per il 2022/23. Verso conferma taglio di 10mila cattedre

WhatsApp
Telegram

Non filtra ottimismo in merito alle modifiche per la riforma del reclutamento docenti. Il testo, da oggi, ricomincia l’iter parlamentare.

Attualmente è fermo a Palazzo Madama, presso le commissioni Istruzione e Affari Costituzionali.

Le forze politiche hanno chiesto oltre 450 milioni di euro per modificare la parte relativa alla scuola del decreto PNRR 2, ma, secondo quanto segnala Italia Oggi, dal Mef pare siano arrivate rassicurazioni solo per 16 milioni, una cifra decisamente bassa, probabilmente necessari solo ad evitare il taglio della carta docente e soltanto per il 2022.

Niente da fare, dunque, per i restanti 34 milioni di euro che servirebbero ad evitare il decurtamento fino a giugno 2023 e i successivi 90 milioni per evitare che la misura entri a regime.

Dunque, ci sarebbero le coperture per il 2022 dal MEF ma al momento niente più, con il taglio della card docenti destinato prima per pagare i tutor che seguiranno le attività di formazione iniziale e poi, dal 2027, per pagare le figure relative alla Scuola di Alta Formazione prevista dalla Riforma.

Fumata nera anche per il finanziamento volto a coprire gli aumenti ai docenti che parteciperanno alla formazione incentivata. Servirebbero 380 milioni di euro per evitare il taglio di oltre 11mila cattedre, troppo per il Ministero dell’Economia.

Bisognerà attendere, dunque, la prossima Legge di Bilancio, ma, ripete il ministro Daniele Franco, dovrà esserci la volontà politica per compensare i tagli previsti.

Difficilmente, però, questo sarà possibile con il decreto PNRR 2, il cui varo è atteso entro il 29 giugno.

Oggi è previsto un nuovo incontro tra i rappresentanti parlamentari e quelli governativi sulle modifiche.

Ricordiamo che all’interno del testo dal 2026 vengono previsti tagli alle cattedre per 9.600 unità ai fini del finanziamento del nuovo sistema di formazione dei docenti. Un taglio che ha portato i sindacati a manifestare in piazza e che, allo stato attuale, rimane confermato.

TESTO DECRETO [PDF]

TUTTI GLI EMENDAMENTI PRESENTATI DAI PARTITI [PDF]

DOSSIER [PDF]

RELAZIONE TECNICA [PDF]

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur