Riforma. Poteri del dirigente ridotti, non sarà da solo per assumere docenti e occuparsi del POF

di redazione
ipsef

Poteri ritoccati quelli contenuti nel DDL di riforma della scuola che si sta discutendo in VII Commissione cultura. Da domani si discutono gli emendamenti.

Poteri ritoccati quelli contenuti nel DDL di riforma della scuola che si sta discutendo in VII Commissione cultura. Da domani si discutono gli emendamenti.

Molti gli emendamenti presentati, ma l'attenzione è rivolta soprattutto a quelli del Partito Democratico.

Domani pubblicheremo un articolo che li ripercorre tutti, adesso ci occupiamo di quelli che riguardano il dirigente scolastico.

Assunzione dei docenti

Secondo un emendmamento presentato dal PD non sarà soltanto il Dirigente ad occuparsi di reclutare i docenti adatti alla propria scuola. Esso sarà coadiuvato dal Comitato di valutazione che viene "sentito" dal DS e "istruisce la procedura di reclutamento, propone gli incarichi di docenza per la copertura dei posti assegnati all’istituzione scolastica cui è preposto sulla base del Piano triennale".

Secondo un altro emendamento, il  Comitato individuerà anche i criteri per la valorizzazione dei docenti sulla base della "qualità dell’insegnamento e del contributo al miglioramento dell’istituzione scolastica; dei risultati ottenuti dal docente o dal gruppo docente in relazione al potenziamento delle competenze degli alunni e dell’innovazione didattica e metodologica; delle responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo e didattico e della formazione del personale".

Inoltre, il Comitato si occuperà del parere sull’attribuzione degli incarichi ai docenti inserite negli albi territoriali e sul superamento del periodo di formazione e di prova per il personale docente ed educativo.

Altro emendamento riguarda l'elaborazione del piano triennale sulla base del quale si decideranno i docenti da assumere. Nel testo del DDL è il dirigente a doversene occupare, in un emendamento, sempre del PD, il Piano triennale saranno gli organi collegiali ad elaborare ed approvare il Piano triennale.

Infine, il Comitato di valutazione, sempre secondo un emendamento PD sarà formato da due docenti e dalla componente genitori e studenti.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione