Riforma Pensioni: le proposte della FlcCgil

Stampa

La FlcCgil ha denunciato fin da subito gli effetti deleteri  sullo Stato sociale della riforma delle pensioni Fornero.

La FlcCgil ha denunciato fin da subito gli effetti deleteri  sullo Stato sociale della riforma delle pensioni Fornero.

Per la Cgil e per la stessa FlcCgil è sempre stato chiaro che il sistema pensionistico è parte dello Stato sociale e in esso i cambiamenti devono avvenire in accordo con le parti sociali. Il sistema previdenziale italiano è stato profondamente modificato dalla riforma Fornero che è andata a toccare diritti che si davano come consolidati.  L’allungamento dell’età per l’accesso alla pensione volto a contenere il costo sostenuto dall’Inps ha impedito, come conseguenza, a molti giovani di entrare nel mondo del lavoro in un’età più o meno precoce che permettesse anche a loro di maturare una pensione dignitosa. Un’intera generazione si è così vista privare del diritto ad una pensione non avendo la benchè minima possibilità di arrivare all’età contributiva necessaria per accedere ai requisiti di pensionamento.




La FlcCgil sostiene da tempo che la legge sulle pensioni al momento è su una strada senza uscita, necessaria, per il sindacato, una revisione della riforma Fornero per garantire a tutti i lavoratori un sistema previdenziale flessibile che permetta a ognuno di esercitare i propri diritti e le esigenze personali con quelle garantite dalla legge di civiltà.

Emblematica, in questo caso, è la vicenda dei lavoratori della scuola che hanno maturato i diritti al pensionamento con la quota 96 nel 2012 e che la politica continua ad ignorare per non creare un precedente nella legge Fornero che ha colpito molte categorie di lavoratori.

Quali sono le proposte della FlcCgil?

Vediamo cosa propone il sindacato per riformare la legge sulle pensioni:

Ripristinare la flessibilità in uscita a partire dai 60 anni di età
Riportare ai 40 anni di servizio il tetto massimo per il pensionamento
Eliminare il sistema dell’aspettativa di vita
Trovare una soluzione alla vicenda dei quota 96
Introdurre sistemi di tutela che salvaguardino gli importi pensionistici delle vite lavorative discontinue e con scarsa contribuzione.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur