Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Riforma pensioni e Ape sociale anche senza Naspi: l’ipotesi

Stampa
Pensione Opzione donna

Rirofma pensioni: nel 2021 ape sociale anche a chi non ha fruito della Naspi?

Si è discusso ampiamente della riforma pensioni e della misura che, dal 2022, dovrebbe andare a sopperire alla scadenza della quota 100. Ma nei tavoli di incontro tra governo e parti sociali si è discusso anche degli interventi da inserire nella prossima legge di Bilancio e, quindi, in vigore dal 1 gennaio 2021.

Confermata la proroga dell’opzione donna e dell’ape sociale per il prossimo anno, resta da stabilire la platea dei beneficiari delle misure.

Le misura contenute in manovra, in ogni caso, coinvolgeranno anche altre forme di flessibilità in uscita come ad esempio i contratti di espansione e la proroga all’isopensione (senza la quale lo scivolo concesso tornerebbe a 4 anni anziché a 7).

Proroga Ape sociale

Anche se la conferma della proroga c’è stata la platea dei possibili beneficiari dell’Ape sociale per il prossimo anno potrebbe ampliarsi.

Nelle intenzioni del governo, infatti, vi è l’intenzione di coinvolgere tra i beneficiari della misura anche i lavoratori fragili e i disoccupati senza Naspi. O almeno questo è emerso dall’incontro del 14 ottobre tra esecutivo e parti sociali.

Nello specifico l’intenzione è quello di allargare la platea dei beneficiari dell’Ape sociale, che oggi è prevista per invalidi, caregiver, disoccupati percettori di Naspi e lavoratori gravosi, anche ai lavoratori fragili (la platea di riferimento, in ogni caso è ancora da definire) e i disoccupati che non hanno avuto diritto agli ammortizzatori sociali che oggi sono esclusi dalla misura.

Inoltre La UIL chiede anche una revisione dei codici ISTAT che molto spesso vanno a negare l’accesso alla pensione a quei lavoratoti per la tipologia di mansione svolta anche se ne avrebbero diritto.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia