Riforma maturità, torna il 6 in tutte le materie per l’ammissione. Cosa cambierà?

WhatsApp
Telegram

Salta la proposta iniziale di un’ammissione con la media del 6, quindi anche con delle gravi insufficienze. L’impianto della riforma resterà invariato.

A suggerire un passo indietro al Governo è la VII Commissione cultura che, dopo le consultazioni sui testi di delega della riforma, chiede un passo indietro sull’idea di ammettere agli esami anche alunni con insufficienze.

Resta, invece, invariato l’impianto generale della nuova maturità, che entrerà a regime nel 2018.

Innanzitutto addio quizzone (terza prova), che sarà sostituita dalle prove Invalsi (con l’aggiunta del test d’inglese) da svolgere durante l’anno scolastico.

Il resti dell’esame sarà composto dalla prima prova nazionale (Italiano), seconda prova su discipline di indirizzo, orale che comprenderà anche l’esperienza nell’attività scuola-lavoro.

Tra le novità anche il credito scolastico, che sarà valutato fino a 40 punti, mentre il colloquio varrà fino a 20 punti, così come le prove scritte.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur