Riforma. M5S: governo di sinistra realizza sogno di Moratti, Aprea e Confindustria

di redazione
ipsef

Dichiarazione di Silvia Chimienti (M5S) sul DDL Scuola: dov'era la chiamata diretta, i super poteri dei presidi, la disoccupazione di migliaia di docenti nel programma elettorale del Partito Democratico?

Dichiarazione di Silvia Chimienti (M5S) sul DDL Scuola: dov'era la chiamata diretta, i super poteri dei presidi, la disoccupazione di migliaia di docenti nel programma elettorale del Partito Democratico?

Bocche cucite ed emendamenti contingentati, questo è stato il DDL, per apporre l'ennesima bandieriina

Siamo chiamati a votare su un mostro giuridico, anche il piano di immissione è frutto di un errore madornale, la finzione di esaurire con il paraocchi solo una categoria di personale, poco importa che in II fascia gli insegnanti necessari alle scuole ci sono, lasciate a casa, dopo i soldi estorti dallo stato per le inutili abilitazioni a cui li avete costretti.

E i docenti assunti li costringerete a fare la riserva dei colleghi o ad insegnare discipline per cui non sono abilitati

Ci sono fuori i docenti anche in questo momento, in P.zza Montecitorio, in risposta alle vostre scelte.

Questo DDL ha riportato in piazza unitariamente il mondo della scuola, precari, di ruolo, studenti, genitori, presidi, e tutti a chiedere il ritiro immediato del DDL

Nella scuola la propaganda non ha funzionato, gli insegnanti hanno capacità critica, che sanno leggere le norme, avete fatto delle slides l'unica arma per addormentare il paese.

Norme imposte da chi in classe non ha mai messo piede.

Gesto di rispetto e dignità: c'è una sala dedicata ad Enrico Berlinguer, domattina, in silenzio, rimuovete quella targa"

Il video

Tutto sulla Buona scuola 

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione