Riforma, Lega: Renzi non è in grado di garantire maggioranza e mette fiducia

WhatsApp
Telegram

"In queste ore Giannini e Renzi dicono che l'opposizione deve ridurre il numero degli emendamenti alla riforma della scuola. Peccato che abbiano posticipato ancora la commissione. Dai calcoli che abbiamo in mano su 70 ore di lavoro previste in commissione per colpa del Pd abbiamo lavorato solo 18 ore. Avremmo quindi potuto tranquillamente votare tutti gli emendamenti. Renzi con le sue continue minacce è ridicolo, continua a dire che è nostra la responsabilità della mancata assunzione dei precari".

"In queste ore Giannini e Renzi dicono che l'opposizione deve ridurre il numero degli emendamenti alla riforma della scuola. Peccato che abbiano posticipato ancora la commissione. Dai calcoli che abbiamo in mano su 70 ore di lavoro previste in commissione per colpa del Pd abbiamo lavorato solo 18 ore. Avremmo quindi potuto tranquillamente votare tutti gli emendamenti. Renzi con le sue continue minacce è ridicolo, continua a dire che è nostra la responsabilità della mancata assunzione dei precari".

Lo dichiara Gian Marco Centinaio, capogruppo della Lega Nord al senato. "Nella realtà dei fatti la colpa è del dittatorino di Firenze che castra il lavoro parlamentare per non trattare davvero le problematiche della riforma. Metterà la fiducia non perché le opposizioni fanno ostruzionismo ma perché non è in grado di garantire la maggioranza. La Lega ha presentato 130 emendamenti di merito, non c'è mai stata da parte nostra volontà di ostruzionismo quindi non ritireremo nulla. Noi vogliamo parlare davvero e migliorare la riforma fuffa", conclude.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur