Riforma istituti tecnici-professionali, gli esperti delle aziende saliranno in cattedra. Confindustria applaude l’idea del ministro Valditara

WhatsApp
Telegram

Nel contesto di una riforma volta a rivitalizzare gli istituti professionali, le aziende si apprestano a diventare protagonisti nel panorama formativo. Saranno loro, infatti, a portare in classe la loro esperienza pratica attraverso manager, tecnici ed esperti del settore.

Carlo Bonomi, presidente di Confindustria, sottolinea la necessità di questa rinnovata sinergia tra scuola e lavoro: “Dobbiamo preparare i ragazzi alle tecnologie e all’innovazione. È sulle competenze che si giocano le sfide”, spiega a Il Messaggero.

La proposta, avanzata dal ministro all’Istruzione e al Merito Giuseppe Valditara, arriva in un momento in cui gli istituti professionali stanno perdendo fascino, attestandosi al 12% delle iscrizioni complessive.

Le aziende, in effetti, lamentano una mancanza di personale qualificato e vedono in questa collaborazione un’opportunità per formare futuri lavoratori già allineati alle esigenze del mercato. L’approccio è dunque duplice: formare studenti pronti per il mondo del lavoro e fornire alle aziende potenziali risorse qualificate.

La riforma del governo punta anche a una maggiore internazionalizzazione, mirando ad incrementare gli scambi con l’estero e assimilare best practices da realtà già consolidate.

Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione nazionale dei presidi, sostiene l’idea di coinvolgere esperti esterni, ispirandosi a quanto avviene nei corsi degli Its. La proposta di riforma guarda infatti anche a rafforzare il legame tra scuola superiore e Its, accorciando il percorso di scuola superiore professionale e integrando due anni di Its.

Oggi, in un’era caratterizzata da Industria 5.0, le persone e le competenze sono centrali per la crescita economica e sociale del Paese. La riforma appare quindi come un passo necessario per riallineare il sistema formativo italiano alle esigenze contemporanee.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri