Riforma istituti tecnici e professionali, Valditara rassicura: “Organico docenti invariato, maggiore attenzione al rapporto con gli studenti”

WhatsApp
Telegram

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha condiviso in un’intervista con Il Messaggero un’ampia panoramica delle riforme previste per il sistema scolastico italiano nel 2024, delineando un anno di significativi cambiamenti e innovazioni.

Valditara ha sottolineato l’importanza di rafforzare l’attenzione individuale agli studenti. Questo sarà possibile grazie all’introduzione di un nuovo modello organizzativo che manterrà invariato il numero di docenti, pur riducendo la durata dei percorsi tecnici da cinque a quattro anni. La mossa, come spiega il ministro, non comporterà una riduzione del personale docente, ma anzi, garantirà una maggiore personalizzazione dell’istruzione.

Docente tutor e orientatore

Un’innovazione chiave è l’introduzione del ruolo del tutor e del docente orientatore, operativi da gennaio. Questi professionisti avranno il compito di garantire un’istruzione “sartoriale”, cioè su misura per ogni studente, specialmente nell’ultimo triennio delle scuole superiori. Con 55mila tutor e orientatori già formati, le scuole sono in fase avanzata di implementazione di questo importante cambiamento.

Il tutor coordinerà i docenti disciplinari per creare percorsi personalizzati per gli studenti, sia per quelli in difficoltà che necessitano di recupero, sia per quelli più avanzati che cercano arricchimento formativo. Questa attività extracurriculare sarà retribuita, segnando un cambiamento significativo nella valorizzazione del lavoro docente.

Parallelamente, il docente orientatore giocherà un ruolo cruciale nell’identificazione delle abilità e potenzialità degli studenti, proponendo percorsi formativi in linea con le opportunità offerte dal territorio. L’obiettivo è massimizzare la personalizzazione dell’apprendimento.

Valditara ha chiarito che la riforma non comporterà una riduzione degli organici, nonostante la contrazione del percorso tecnico. Al contrario, il cambiamento permetterà una maggiore personalizzazione nella formazione degli studenti, migliorando il rapporto insegnanti-studenti e sottolineando la qualità dell’insegnamento.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri