Riforma inclusione, ruoli docenti specifici per il sostegno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Governo ha approvato, il 20 maggio u.s., il decreto di revisione del D.lgs. 66/2017, recante norme per la promozione dell’inclusione scolastica.

Uno degli articoli non modificato dal nuovo decreto è l’articolo 11 denominato “Sezioni per il sostegno didattico”. Vediamo cosa sono e quando dovrebbe entrare in vigore la riforma.

Sezioni sostegno didattico

L’articolo 11 del D.lgs. 66/2017 così dispone:

Nell’ambito dei ruoli di cui all’articolo 1, comma 66, della legge 13 luglio 2015, n. 107, sono istituite, per ciascun grado di istruzione, inclusa la scuola dell’infanzia, le sezioni dei docenti per il sostegno didattico.

I ruoli indicati dalla legge 107/15 sono distinti per grado di istruzione, classi di concorso e tipologie di posto.

Nell’ambito, dunque, dei predetti ruoli vengono istituite le succitate sezioni  distinte per grado di istruzione.

Così avremo le seguenti sezioni:

  • sostegno infanzia;
  • sostegno primaria;
  • sostegno secondaria di primo grado;
  • sostegno secondaria di secondo grado.

Il Miur  probabilmente chiarirà il concetto di “sezioni” per il sostegno, considerato che si tratta di una novità assoluta.

Tempistica

La legge di bilancio 2019 ha prorogato l’applicazione di alcune parti della riforma al 1° settembre 2019.

La tempistica potrà essere rispettata se la verifica nelle Commissioni parlamentari e la successiva approvazione in Consiglio dei Ministri avverrà in tempo utile.

Sostegno, la tempistica: GIT, PEI,PF, corso specializzazione e continuità didattica

Riforma sostegno, Centri Territoriali di Supporto per favorire inclusione

Riforma sostegno: l’iter per richiedere le ore

Riforma sostegno, gruppi inclusione scolastica: GLIR, GIT, GLI e GLHO. Quali compiti

Versione stampabile
anief banner
soloformazione