Riforma II ciclo al via: il ministero comunica le iniziative di formazione dei docenti per l’a.s. 2010/11

di Lalla
ipsef

red – Venerdì 9 luglio tutti i docenti forniti della casella di posta istituzionale del ministero hanno ricevuto una comunicazione in cui il Ministero presenta il piano di attività, di durata pluriennale, che sosterrà le scuole nel passaggio ai nuovi ordinamenti. Le scuole potranno sperimentare anche la progettazione di attività innovative nell’ambito di contenuti, metodologie e modelli organizzativi. Previsti materiali didattici per Scienze integrate e la selezione dei docenti per la sperimentazione della metodologia CLIL (insegnamento in lingua di una disciplina non linguistica).

red – Venerdì 9 luglio tutti i docenti forniti della casella di posta istituzionale del ministero hanno ricevuto una comunicazione in cui il Ministero presenta il piano di attività, di durata pluriennale, che sosterrà le scuole nel passaggio ai nuovi ordinamenti. Le scuole potranno sperimentare anche la progettazione di attività innovative nell’ambito di contenuti, metodologie e modelli organizzativi. Previsti materiali didattici per Scienze integrate e la selezione dei docenti per la sperimentazione della metodologia CLIL (insegnamento in lingua di una disciplina non linguistica).

Le attività proposte dal Ministero si distinguono in:

INFORMAZIONE E APPROFONDIMENTI CULTURALI

Già raggiungibili i siti pubblici di supporto al dialogo della scuola

http://nuovilicei.indire.it
http://nuovitecnici.indire.it
http://nuoviprofessionali.indire.it

FORMAZIONE

Le possibilità offerte sono le seguenti:

a) formazione a cura delle reti di scuole: le scuole in rete (fino ad un massimo di 5), in collaborazione con enti di formazione/università/associazioni professionali e disciplinari/imprese o altri soggetti attivi nel territorio, riceveranno un finanziamento per la progettazione e la realizzazione di un’attività di formazione che sarà validata dagli USR.

b) formazione integrata a cura dell’ANSAS: le scuole in rete (fino ad un massimo di 5) potranno chiedere "assistenza all’ANSAS" per attivare percorsi di formazione integrata con attività in presenza e online rivolta direttamente ai docenti e facilitata da un tutor.

RICERCA-AZIONE SULLE ESPERIENZE DIDATTICHE, METODOLOGICHE, ORGANIZZATIVE

Le scuole in rete (fino ad un massimo di 5), in collaborazione con enti di formazione/università/associazioni professionali e disciplinari/imprese o altri soggetti attivi nel territorio, riceveranno un finanziamento, dietro appositi Bandi curati dall’ANSAS per conto del MIUR, per la progettazione e la sperimentazione di attività innovative nell’ambito di contenuti, metodologie e modelli organizzativi, con riferimento ad aree tematiche rilevanti nel riordino del secondo ciclo. Queste attività saranno validate dagli USR e dovranno essere realizzate nell’a.s. 2010/11.

Per quanto riguarda, in particolare, l’insegnamento delle scienze integrate nel primo biennio degli istituti tecnici e professionali, è prevista la produzione e messa a disposizione di tutti gli insegnanti di materiali didattici con il coinvolgimento di reti di scuole, associazioni professionali e disciplinari, università italiane e straniere.

FORMAZIONE E SPERIMENTAZIONE DELLA METODOLOGIA CLIL
I docenti che verranno selezionati per questa specifica sperimentazione potranno formarsi attraverso ambienti opportunamente costruiti per la collaborazione online e in presenza. Sarà inoltre garantito un periodo di rafforzamento delle competenze linguistiche e metodologiche attraverso “Borse di formazione” per docenti in servizio secondo il modello Comenius.

L’e mail del Ministero

L’articolo di Orizzonte Scuola:

Insegnare in lingua una disciplina non linguistica: chi centrerà l’obiettivo?

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione