Riforma. Giannini, supplenze solo primo periodo, poi abolizione. M5S, disposti a dialogare su assunzioni

WhatsApp
Telegram

Ieri, il Ministro Giannini è intervenuta nuovamente sulla questione assunzioni e precari, chiarendo alcune questioni. Innanzitutto quella delle supplenze.

Ieri, il Ministro Giannini è intervenuta nuovamente sulla questione assunzioni e precari, chiarendo alcune questioni. Innanzitutto quella delle supplenze.

Nel testo del Decreto sulla riforma che sarà trasformato in Disegno di legge, è scritto chiaramente che ad occuparsi delle supplenze fino a 10 giorni sarà l'organico funzionale gestito dal dirigente scolastico.

Si tratta di una indicazione che dovrà, negli anni, entrare a regime, con l'obiettivo di abbattere le supplenze.

"Supplentite addio", ha recitato ieri Renzi nel suo mantra sulla riforma andato in un video pubblicato sul sito del Governo.

Il Ministro è tornata sull'argomento. Ha ribadito che le assunzioni si faranno sul fabbisogno e che serve "un periodo per mandare a regime una riforma complessa, che solo per un periodo molto limitato potrà avere qualche supplenza annuale. Ma è veramente l'ultimo periodo in cui si ricorre a questo strumento".

Obiettivo eliminazione, dunque. Vedremo se basterà l'organico funzionale o si dovrà ricorrere anche alla banca delle ore. Supplenze brevi, le copriranno docenti ruolo con 8 milioni e mezzo di ore gratuite anno, non solo organico funzionale: il resto da GI

Martedì prossimo inizia la partita sul DDL che sarà licenziato dal Governo ed affidato al Parlamento. I tempi sono brevi. Forza Italia non si è detta disposta ad assunzioni di massa, ma ad un piano che parta da 50mila posti vacanti.

Piano appoggio, invece, dal principale alleato di Renzi, l'NCD, che in una intervista al nostro direttore, ha espresso la necessità di agire in fretta per dar seguito alle assunzioni.

Su quest'ultimo argomento, c'è un passo avanti da parte del Movimento 5 stelle, ma con qualche riserva.

Cinquestellati che vedono di buon occhio affidare la riforma della scuola al Parlamento, ma ritengono fondamentale che il provvedimento sia spacchettato: "il reclutamento dei docenti deve avere una corsia preferenziale, in modo da diventare operativo già per l'anno scolastico 2015-2016".

"Rispetto al reclutamento dei docenti siamo pronti alla collaborazione – dicono i 5S – con le altre forze politiche, al fine di rendere celere l'iter parlamentare."

Riforma. Pubblichiamo bozza Decreto che sarà trasformato in DDL: tutto su assunzioni, merito, formazione

Tutto sulla "Buona scuola"

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff