Riforma esami superiori, prove Invalsi computer based, obbligo somministrazione e media del 6 per l’ammissione

Stampa

Ancora novità per quanto riguarda la prossima riforma degli esami di stato delle superiori. Questa volta parliamo delle prove Invalsi e quelle d’esame.

Per quanto riguarda le prove Invalsi, confermiamo una nostra precedente indiscrezione, saranno Computer based (quindi saranno svolte a computer e corrette automaticamente) e sarà introdotto anche un questionario di lingua inglese, che seguirà le certificazioni informatiche (dalla A2 alla C2). Inoltre, i docenti saranno obbligati a somministrarli.

Per quanto riguarda gli esami: si sarà ammessi con la media del 6 e non con il 6 in tutte le materie, come adesso. Saranno esclusi gli studenti che non hanno partecipato alle prove Invalsi e chi non avrà partecipato alle attività di alternanza scuola-lavoro.

Come già anticipato, le prove scritte saranno due (Italiano e prova di indirizzo) e si pensa all’introduzione di griglie con punteggi per la correzione degli elaborati.

Vedi anche

Esami di Stato superiori, addio al quizzone. Nuovo esame il prossimo anno. La diatriba sulle commissioni d’esame

Esami Stato superiori, riforma: prova Invalsi e due scritti, commissioni tutte interne, voti in centesimi. Si valuterà esperienza alternanza

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!