Riforma. Dirigenti scolastici umbri: esoneri e semiesoneri subito, da settembre

di redazione

I dirigenti scolastici evidenziano le gravissime ripercussioni che derivano dall'impossibilità di inserire nell'attuale fase di definizione dell'organico di fatto gli esoneri/semiesoneri: la prospettiva dell'attribuzione degli stessi in fase successiva, ovvero ad anno scolastico iniziato, è pura follia organizzativa.

I dirigenti scolastici evidenziano le gravissime ripercussioni che derivano dall'impossibilità di inserire nell'attuale fase di definizione dell'organico di fatto gli esoneri/semiesoneri: la prospettiva dell'attribuzione degli stessi in fase successiva, ovvero ad anno scolastico iniziato, è pura follia organizzativa.

Ai sensi dell’art. 1 comma 329 della legge di stabilità sono soppressi esoneri e semiesoneri “ IN CONSIDERAZIONE DELL’ATTUAZIONE DELL’ORGANICO DELL’AUTONOMIA.” Appunto : se l’organico dell’autonomia non viene realizzato IMMEDIATAMENTE, non è legittima/condivisibile/funzionale l’abrogazione (sempre che si voglia ancora tenere in piedi la scuola italiana ; se si vuole il caos e il crollo definitivo allora è tutto perfetto).

Le scuole sono grandi, estremamente complesse, ingestibili con un uomo solo al comando.

Noi Dirigenti Scolastici non vogliamo superpoteri, stellette da sceriffo, monarchie/dittature nelle scuole, che sono e rimangono luoghi aperti, democratici, di crescita educativa.

Vogliamo poter lavorare in staff, con al fiacno le figure qualificate ed insostituibili dei collaboratori della dirigenza.

Pertanto:

Si sollecita una immediata e puntuale ricognizione, a cura dell’Amministrazione, delle richieste dei Dirigenti Scolastici di ciascuna istituzione, circa il numero e la tipologia di docenti necessari a coprire gli esoneri/semiesoneri dello staff organizzativo ;

procedere alle immissioni in ruolo anche su tali posti entro il mese di settembre PRIMA dell’avvio delle lezioni.

Infatti :

  • La fase di inizio anno è molto complessa da gestire ed è impensabile che il DS sia privato della piena operatività dello staff organizzativo proprio nel momento più cruciale;
  • Non è pensabile che, una volta iniziate le attività didattiche nelle rispettive classi, i collaboratori vengano distaccati dalle stesse AD ANNO AVVIATO : ciò non è rispettoso dei diritti degli allievi, in quanto si determinerebbe una penalizzante discontinuità didattica nelle classi , con l’avvicendamento dei docenti subentranti dopo gli esoneri;

· Non è ovviamente possivile rinviare al 2016/17 la parte di organico funzionale per il supporto organizzativo: le scuole collasserebbero e i dirigenti scolastici non avrebbero strumenti di governance

· Non si colgono neppure ostacoli rispetto all’identificazione di numero /tipologie di posti :

§ le coperture finanziarie sono già previste

§ mentre per l’organico dell’autonomia per l’incremento dell’offerta formativa è necessaria una partecipata interlocuzione con gli organi collegiali, la scelta dei collaboratori del DS è attribuita allo stesso , per cui basta richiedere DA SUBITO AI DIRIGENTI DI COMUNICARE AGLI U.S.R. LE RISPETTIVE ESIGENZE E PROCEDERE POI A DEFINIRE IL QUADRO PER LE IMMISSIONI IN RUOLO NELLE PRIMISSIME FASI (ENTRO FINE AGOSTO-PRIMI DI SETTEMBRE )

SI SOLLECITA IL PIENO APPOGGIO DELLE SIGLE SINDACALI , DELLE FORZE POLITICHE E L’ATTENZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE (USP, USR, MIUR)

I DIRIGENTI SCOLASTICI UMBRI

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione