Riforma, diretta. ANIEF: siamo contrari alla chiusura delle GaE. I docenti delle GI vanno inseriti in una graduatoria provinciale

di redazione
ipsef

"E – afferma Marcello Pacifico in audizione presso la VII Commissione cultura – devono continuare a grantire il 50% delle assunzioni".

"E – afferma Marcello Pacifico in audizione presso la VII Commissione cultura – devono continuare a grantire il 50% delle assunzioni".

Nella relazione tecnica della legge di Stabilità 2015, afferma Pacifico, "si prevedeva un piano di 150mila immissioni in ruolo, oggi questo piano – da un'altra relazione tecnica – è sceso a 100mila assunzioni. Dovremmo capire cosa è successo in questi ultimi 8 mesi". Il Miur "aveva annunciato un censimento sui posti vacanti, entro il 31 dicembre, ma che non è stato fatto".

"Su 120mila posti dati al 30 giugno – ha aggiunto – più di 90mila sono vacanti. Allora non potendo metterli in organico di diritto, il governo ha deciso di fare questi 100 mila assunzioni, la metà sull'organico di diritto e gli altri 50mila posti dall'organico assunzionale, con una fuga in avanti perché viene prevista una chiamata diretta".

"Si cambiano le regole della governance della scuola – ha proseguito Pacifico – prima 'condivisa' e con il ddl una governance fatta dalla leadership del dirigente scolastico, che decidere addirittura cosa offrire nel Piano triennale dell'offerta formativa. Su questo abbiamo chiesto di tornare indietro"

"Bisogna – secondo Pacifico – inserire nelle Graduatorie ad esaurimento i docenti delle Graduatorie d'Istituto, perché con il sistema delle GI ci sarà un'aggravante, perché si esprimono solo 20 scuola, quindi dovrò chiamare da terza fascia e reitereremo il problema del precariato".

"Le sentenze – continua Pacifico – ci dicono che il governo soccombe nei confronti delle richieste di risarcimento danni. I docenti delle Graduatorie d'Istituto vanno inseriti in Graduatoria provinciale".

Nella memoria dell'ANIEF anche i docenti idonei del concorso, che dovrebbero essere assunti.

Per quanto riguarda le supplenze, Pacifico si scaglia anche contro la scelta del Governo di impedire le supplenze otre i 36 mesi per non incappare nei limiti della sentenza della Corte di giustizia europea che ha condannato l'italia per la reiterazione dei contratti a termine.

"La sentenza – afferma Pacifico – non dice di bloccare le supplenze dopo 36 mesi di supplenza, ma che bisogna assumere".

Tra i problemi del ddl Buona scuola "quello dell'organico funzionale". Anche l'Anief chiede di sapere se la parte sulle assunzioni sarà scorporata dal ddl Buona scuola per essere inserita in un provvedimento a parte.

"Ci sono dei tempi da rispettare – ricorda in audizione a Montecitorio il presidente, Marcello Pacifico – anche se il Parlamento riesca a convertire questo ddl come un decreto legge, quindi entro 60 giorni, arriveremmo al 31 maggio", giorno di scadenza previsto per la richiesta degli organici.

"Il preside – ha proseguito – dovrà emanare il Piano, convocando a giugno il collegio e il consiglio d'istituto e inviare tutto all'Ufficio scolastico regionale che a sua volta lo invia al Miur". Il ministero "a luglio e agosto dovrà poi fare un decreto autorizzando degli organici che saranno sottodimensionati rispetto alle richieste delle scuole perché legati al vincolo di bilancio del Mef".

Il ddl "è riuscito a mettere contro tutti i precari della scuola" perché "sono in molti a scoprirsi fuori" dal Piano assunzionale. "Innanzitutto restano fuori i 30mila dei 130mila inseriti nella Gae". Restano fuori "23mila della scuola dell'infanzia, 7mila della primaria, da 3 a 7mila delle scuole superiori, 7mila idonei e 70mila delle graduatorie di istituto che non vengono contemplati nel piano assunzionale".

Diretta parlamentare sul DDL di Riforma

Tutto sulla Buona Scuola con il testo del DDL

Segui con OrizzonteScuola.it la diretta delle audizioni

Tutto sulla Buona Scuola

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione