Riforma degli istituti tecnici e professionali, Crisanti (PD): “Gli studenti non sono cavie, riforma senza obiettivi razionali”

WhatsApp
Telegram

Il senatore del Partito Democratico, Andrea Crisanti, ha criticato il disegno di legge proposto dal governo per la riforma degli Istituti tecnico-professionali.

Durante un intervento in Aula, ha espresso preoccupazione, definendolo un cambiamento estemporaneo privo di basi razionali, piuttosto che un serio esperimento strutturato. La sua principale critica riguarda il trattamento degli studenti, considerati non come individui, ma come cavie in un esperimento.

Una grave carenza della proposta è l’omissione della sicurezza sul lavoro. Con 1041 morti l’anno, Crisanti ritiene indispensabile l’inclusione di questo tema nella formazione degli studenti che si affacciano precocemente al mondo del lavoro. L’assenza di questa componente formativa potrebbe esporre i giovani a rischi inaccettabili.

Il senatore ha poi evidenziato il rischio di un aumento nel divario territoriale tra Nord e Sud Italia. La formazione fortemente ancorata al territorio potrebbe causare disuguaglianze di opportunità. Ad esempio, uno studente del Sud potrebbe avere un percorso formativo limitato rispetto a uno del Nord, influenzando negativamente le prospettive di carriera.

Per affrontare questa problematica, Crisanti ha proposto un emendamento, successivamente approvato come ordine del giorno. L’obiettivo è permettere agli studenti delle aree più svantaggiate di trascorrere periodi in strutture con maggiori possibilità di inserimento lavorativo, riducendo il divario tra Nord e Sud.

Un altro punto cruciale sollevato dal senatore riguarda la trasversalità e trasferibilità delle conoscenze. Secondo Crisanti, l’istruzione dovrebbe mirare a formare cittadini, non solo lavoratori. Il senatore sottolinea l’importanza di competenze trasversali, come il pensiero critico e la capacità di analisi, che sono essenziali per l’adattabilità in un mercato del lavoro in continuo cambiamento. Senza queste competenze, i lavoratori sarebbero più vulnerabili e meno liberi.

WhatsApp
Telegram

TFA SOSTEGNO IX CICLO 2024. Hai i requisiti per accedere? Inizia subito a prepararti con la metodologia vincente di Eurosofia