Riforma. Decreto “Buona scuola” diventa DDL. “Qui saltano assunzioni”. Renzi “Brunetta assuma responsabilità di non assumere precari”

WhatsApp
Telegram

Tutti i retroscena di ieri raccolti in un articolo di Repubblica. Come il Decreto "La Buona scuola" si trasformò in un Disegno di Legge. Il Ministro si è indispettito.

Tutti i retroscena di ieri raccolti in un articolo di Repubblica. Come il Decreto "La Buona scuola" si trasformò in un Disegno di Legge. Il Ministro si è indispettito.

La Giannini si dice indispettita del fatto di non essere stata avvertita, "avevamo messo a posto tutto, con un lavoro di cesello, faticosissimo".

Ieri, Renzi "messaggia" con tutti, ma dimentica la Giannini: "avevamo messo a posto tutto, con un lavoro di cesello, faticosissimo", afferma a Repubblica.

Secondo il quotidiano, i toni dei messaggi tra Renzi e i suoi, sono di preoccupazione.  "E che Brunetta – avrebbe scritto – si assuma l'onere di non far assumere 160 mila precari della scuola".

Sempre secondo il quotidiano, le risposte "dei suoi" sono di preoccupazione, conoscendo le tempistiche per avviare certe procedure. "Qui saltano le assunzioni il primo settembre: per stabilizzare i docenti, metterli a ruolo, costruire l'organico funzionale di ogni istituto, ci vogliono mesi. Non riusciremmo a farcela neppure se il Parlamento approvasse tutto entro l'estate".

Preoccupazione e rabbia, più che giustificata, anche da parte dei precari che hanno commentato quanto avvenuto ieri.

Una delle strade possibili l'ha indicata lo stesso Ministro, inserire in un Decreto Legge, almeno, la parte delle assunzioni.

Intanto, vi anticipiamo i contenuti, nello speciale "La Buona Scuola"

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur