Riforma, come si diventerà docenti di sostegno. Necessarie 300 ore di tirocinio

Ecco le novità in fatto di formazione del personale adibito alla cura degli studenti certificati.

Per diventare docente di sostengo bisognerà superare:

  • un concorso pubblico nazionale, indetto su base regionale o interregionale
  • un successivo percorso triennale di formazione iniziale e tirocinio, differenziato fra posti comuni e posti di sostegno, destinato ai soggetti vincitori del concorso
  • una procedura di accesso ai ruoli a tempo indeterminato, previo superamento delle valutazioni intermedie e finali del percorso formativo

Corso di specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria

  • La specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria si consegue attraverso il corso di specializzazione didattico e l’inclusione scolastica:
  • è annuale e prevede l’acquisizione di 60 crediti formativi universital’i, comprensivi di almeno 300 ore di tirocinio, pari a 12 crediti formativi universitari.
  • è attivato presso le Università autorizzate dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca nelle quali S0110 attivi i corsi di laurea a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria;
  • è programmato a livello nazionale dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca in ragione delle esigenze e del fabbisogno del sistema nazionale di istruzione e formazione;
  • l’accesso al corso è subordinato al superamento di una prova predisposta dalle Università;

Accedono al corso esclusivamente gli aspiranti in possesso della laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria che abbiano conseguito ulteriori 60 crediti formativi universitari relativi alle didattiche dell’inclusione
oltre a quelli già previsti nel corso di laurea. Ai fini del conseguimento dei predetti 60 CFU, potranno essere riconosciuti i crediti formativi universitari eventualmente conseguiti dai predetti laureati magistrali in relazione ad insegnamenti nonché a crediti formativi
universitari ottenuti in sede di svolgimento del tirocinio e di discussione di tesi attinenti al sostegno e all’inclusione.

La positiva conclusione del corso di cui al comma 2 è titolo per l’insegnamento sui posti di sostegno della scuola dell’infanzia e della scuola primaria.

Corso di specializzazione per le attività di sostegno didattico agii studenti con disabilità nella scuola secondaria di primo e secondo grado

Nelle more dell’entrata in vigore del decreto legislativo attuativo della delega di cui all’articolo l, comma 181, lettera b) della legge 13 luglio 2015 n. 107, la specializzazione per le attività di sostegno didattico agli studenti con disabilità nella scuola secondaria di
primo e secondo grado si consegue attraverso la frequenza del corso di specializzazione in pedagogia e didattica speciale per le attività di sostegno didattico e l’inclusione scolastica.

Il corso di specializzazione in pedagogia e didattica speciale per le attività di sostegno didattico e l’inclusione scolastica è attivato presso le Università autorizzate dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca. Il corso è annuale e prevede l’acquisizione di

  • 60 crediti formativi universitari, comprensivi di almeno 300 ore di tirocinio, pari a 12 crediti formativi universitari.
  • Il corso di specializzazione in pedagogia e didattica speciale per le attività di sostegno didattico e l’inclusione scolastica è programmato a livello nazionale dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca tenendo conto delle esigenze e del fabbisogno
  • del sistema nazionale di istruzione e formazione. L’accesso al corso è subordinato al superamento di una prova di accesso predisposta dalle Università.
  • A decorrere dal 2019 accedono al corso esclusivamente gli aspiranti in possesso dei requisiti di accesso previsti dalla normativa vigente per l’insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado che abbiano conseguito 60 crediti formativi
  • universitari relativi alle didattiche dell’inclusione, acquisiti esclusivamente presso l’Università.
  • Con il decreto di cui all’articolo 13, comma 5, sono definiti i piani di studio, le modalità attuative e quelle organizzative del corso di specializzazione in pedagogia e didattica speciale per le attività di sostegno didattico e l’inclusione scolastica nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia