Riforma. Come funzioneranno scatti stipendiali. Mentor, vicepresidi e funzioni aggiuntive 10% in più di stipendio

WhatsApp
Telegram

Pronta la bozza che vedrà la riforma degli scatti stipendiali, addio all'anzianità di servizio, confermate tutte le nostre indiscrezioni. Spunta un indennizzo aggiuntivo per chi assume incarichi.

Pronta la bozza che vedrà la riforma degli scatti stipendiali, addio all'anzianità di servizio, confermate tutte le nostre indiscrezioni. Spunta un indennizzo aggiuntivo per chi assume incarichi.

Nella bozza del Decreto presente la riforma degli stipendi dei docenti italiani, confermato quanto già anticipato dalla nostra redazione.

Abbandonata l'idea di aumenti legati esclusivamente al merito, il 30% dello stipendio dipenderà dall'anzianità, mentre il 70% dal merito. Quest'ultimo sarà valutato dai nuclei interni di valutazione composti dal dirigente, il docente referente della valutazione,  uno o più membri eletti dal Collegio, probabilmente da un rappresentante dei genitori e alle superiori da un rappresentate degli studenti.

Studenti che saranno chiamati a compilare un questionario che valuti i docenti. Gli studenti valuteranno i docenti, il questionario sarà unico e nazionale. Anche se i risultati non contribuiranno all'avanzamento di carriera dei docenti. Riforma stipendio docenti: 20 euro ogni tre anni per l'anzianità e 40 di merito

Restano in piedi i tre filoni di crediti, per il conseguimento degli scatti, contemplati dal testo "La Buona scuola":

Nel Decreto, dunque, leggeremo quale sarà il legame tra gli scatti stipendiali dei docenti e l'autovalutazione d'istituto che in questi giorni sta completando la prima fase: la compilazione del questionario.

Tutto sulla "Buona scuola"

WhatsApp
Telegram

Eurosofia e Udir presentano l’evento formativo “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”. Roma 25 agosto 2022