Riforma classi di concorso: venerdì 27 febbraio in Consiglio dei Ministri

Stampa

Un capitolo particolarmente rilevante della legge delega che sarà presentata venerdì 27 febbraio in Consiglio dei Ministri potrebbe riguardare la riforma delle classi di concorso nella scuola secondaria.

Un capitolo particolarmente rilevante della legge delega che sarà presentata venerdì 27 febbraio in Consiglio dei Ministri potrebbe riguardare la riforma delle classi di concorso nella scuola secondaria.

Attesa da anni, terreno di sconto tra Ministero e organizzazioni sindacali rappresentative, stavolta sembra essere stata messa a punto nel chiuso delle stanze ministeriali, con assoluto riserbo sui contenuti. Ciò non fa che aumentare le preoccupazione degli insegnanti, anche perchè sostanzialmente potrebbero essere coinvolte tutte le classi, determinando un assetto diverso della scuola come l'abbiamo conosciuta finora.

Una modifica che potrebbe incidere profondamente sugli assetti degli organici (top secret anche tutto il capitolo sull'organico funzionale) e avere ripercussioni sulla costituzione delle graduatorie interne di istituto alla ricerca dell'eventuale sovrannumerario, nonchè sui trasferimenti provinciali e interprovinciali.

Un iter dal quale quindi finora i sindacati sono stati tenuti all'oscuro, come denunciato dalla Gilda degli Insegnanti “Se, come ci risulta, nel CdM di venerdì si discuterà anche del Regolamento delle nuove classi di concorso, – dobbiamo denunciare il mancato coinvolgimento delle organizzazioni sindacali su un argomento di grande importanza per i docenti e per tutta l''organizzazione didattica”.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 31 dicembre 2021. Il 9 novembre ne parliamo in diretta. Registrati al webinar