Riforma classi di concorso. Geografia economica solo ad A039, ma per il momento ore anche ad A060 o A050

WhatsApp
Telegram

Anche per l’anno scolastico 2015/16 gli organici sono stati predisposti tenendo conto delle attuali classi di concorso, così come stabilite dalla riforma Gelmini con la quale è stata introdotta l’atipicità per alcune discipline, tra le quali la Geografia negli Istituti Tecnici Commerciali.

Anche per l’anno scolastico 2015/16 gli organici sono stati predisposti tenendo conto delle attuali classi di concorso, così come stabilite dalla riforma Gelmini con la quale è stata introdotta l’atipicità per alcune discipline, tra le quali la Geografia negli Istituti Tecnici Commerciali.

Con le "atipicità" viene  assegnato  l'insegnamento di una stessa disciplina a più classi di concorso, e questa è propria la sorte destinata dalla riforma Gelmini alla Geografia.  

La Geografia, infatti, negli ITC (biennio TUR e biennio AFM) come disciplina atipica può essere insegnata da docenti della classe di concorso A039 che sono gli specialisti della materia, ma anche da docenti della classe di concorso A060.

L’attribuzione delle ore di  Geografia ad un docente A039 oppure ad un docente A060 dipende dall’organico di diritto della scuola dove le ore in questione vengono necessariamente assegnate ad una delle due classi di concorso.

Tale attribuzione deve seguire in ogni caso la normativa che tutela i docenti titolari A039, ma non fornisce la stessa tutela ai docenti precari della A039.

Infatti se per i docenti titolari le ore vanno attribuite prioritariamente a loro senza incrociare le graduatorie interne A039-A060 e solo in fase residuale possono essere attribuite alla A060 per salvaguardare la titolarità del docente ed evitare conseguentemente esuberi, per le ore residue rimaste vacanti in OD l’attribuzione a una delle due cdc segue specifiche regole come stabilito dalla normativa vigente (nota ministeriale 3119/14).

In assenza di esigenze di tutela della titolarità, l’assegnazione delle ore della disciplina atipica in organico di diritto, deve privilegiare la classe di concorso che risulta in esubero provinciale.

In assenza di esuberi per ciascuna delle classi di concorso coinvolte, l’assegnazione deve avvenire in coerenza con il POF della scuola sulla base del parere del Collegio dei  Docenti ed assicurando una adeguata assegnazione dei posti alle classi di concorso al fine di venire incontro alle aspettative dei docenti inclusi nelle graduatorie ad esaurimento evitando di assegnare tutte le ore ad una classe di concorso a discapito delle altre.

La nota ministeriale intende comunque tutelare almeno in parte i docenti appartenenti alla cdc A039 anche in seguito alle penalizzazioni subite con l’entrata in regime della riforma Gelmini che ha eliminato la disciplina da molti percorsi di istruzione superiore.

Con le disposizioni ministeriali che riguardano l’attribuzione delle ore di Geografia in organico di diritto viene precisato che: “Si richiama la nota prot. n. 679 del 4 maggio 2012 relativamente all’attribuzione della ore di geografia degli indirizzi “amministrazione, finanza e marketing” e”turismo” alla classe 39/A e solo, in fase residuale, al fine di evitare la creazione di personale in esubero, anche ai titolati della 60/A.

L’ora di Geografia generale ed economica prevista dall’art.5, comma 1, del decreto legge 12 settembre 2013, n. 104 convertito, con modificazione, dalla legge 8.11.2013 n.128, è assegnata alla 39/A. In fase residuale, al fine di evitare la creazione situazioni di soprannumerarietà all’interno della istituzione scolastica, tali ore possono essere assegnate anche alla 50/A e 60/A”. 

Nella nota ministeriale citata (n. 679/2012) si specifica, quindi, che “ in presenza di soprannumero, non deve procedersi alla redazione di una unica graduatoria tra i titolari delle due classi di concorso”

Le disposizioni ministeriali, inoltre,  stabiliscono che debba essere considerata nello stesso modo anche l’ora aggiuntiva di Geografia generale ed economica introdotta dal ministro Carrozza con il decreto legge 104/2013 dove, nell’art. 5 comma 1 si stabilisce che “ Nelle more dell'ulteriore potenziamento  dell'offerta  formativa negli istituti tecnici e professionali, per consentire il  tempestivo adeguamento  dei  programmi,   a   decorrere   dall'anno   scolastico 2014-2015, i quadri orari dei percorsi di studio previsti dai decreti del Presidente della Repubblica  15  marzo  2010,  n.  87  e  n.  88, relativi al riordino degli istituti  tecnici  e  professionali,  sono integrati, in una delle due classi del primo biennio,  da  un'ora  di insegnamento di "geografia generale ed  economica"  laddove  non  sia gia' previsto l'insegnamento di geografia. A tale fine e' autorizzata la spesa di euro 3,3 milioni di euro nell'anno 2014  e  di  euro  9,9 milioni a decorrere dall'anno 2015” 

La normativa citata non sempre viene applicata in maniera corretta e questo determina ovviamente contenziosi da parte dei docenti che vedono calpestati i loro diritti. E’ utile, quindi, verificare se nell’organico delle scuole l’attribuzione delle ore di Geografia alle diverse classi di concorso sia stata effettuata  nel pieno rispetto della normativa vigente.

Con la riforma delle classi di concorso questo problema si dovrebbe risolvere definitivamente in quanto  l’atipicità della Geografia sparisce e le ore di questa disciplina saranno prerogativa esclusiva dei docenti A039 (cdc che diventerà A-21).

Questo è chiarito esaurientemente nelle tabelle pubblicate che saranno valide presumibilmente a decorrere dall’anno scolastico 2016/17, come indicato nell’articolo pubblicato da OS

Riforma classi di concorso. Bozza completa e ufficiale. Utile per concorso e dal 2016/17 per docenti di ruolo

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur