Riforma. Centemero: “non si può tutto subordinare alle 150mila assunzioni”

Stampa

L'On Centemero torna sull'attuazione della riforma della scuola e anticipa che saranno presentate le proposte per l'attuazione da parte del gruppo di Forza Italia.

L'On Centemero torna sull'attuazione della riforma della scuola e anticipa che saranno presentate le proposte per l'attuazione da parte del gruppo di Forza Italia.

Secondo la reponsabile scuola di FI, "L'impegno del governo per la scuola non si può misurare solo in base alle risorse economiche destinate al settore, perché i contenuti vengono prima".

Infatti, uno dei punti criticati dalla Centemero riguarda proprio quanto avvenuto durante la Legge di stabilità, sono stati stanziati i fondi senza una declinazione dettagliata di come saranno spesi.

Secondo la Centemero "l'esecutivo è partito dalla coda: ha stanziato dei fondi, molti dei quali dalle dubbie coperture, senza indicare le priorità dell'azione politica che intende perseguire, se non la stabilizzazione di 150.000 precari, rispetto a cui tutto il resto è subordinato".

Le prirità di Forza Italia sono, invece, altre, e le elenca nel comunicato inviato in redazione:

  • pluralismo educativo e libertà di scelta delle famiglie;
  • valutazione e valorizzazione del merito;
  • alternanza scuola lavoro e apprendistato,
  • nell'ottica di un sistema duale;
  • assunzione di insegnanti sui posti vacanti e disponibili, attraverso concorsi biennali.

Per tale motivo sarà inviato al Ministro un memorandum su questi argomenti.

Centemero: meglio fondi a edilizia che a stabilizzazione precari

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur