Riforma, al Senato 300 emendamenti del Partito Democratico. Palazzo Madama pubblica scheda di lettura del DDL

di redazione
ipsef

Il Senato pubblica la scheda di lettura del DDL di riforma della scuola che vi abbiamo già anticipato la scorsa settimana. Ricordiamo che è scaduto oggi il termine per la presentazione degli emendamenti.

Il Senato pubblica la scheda di lettura del DDL di riforma della scuola che vi abbiamo già anticipato la scorsa settimana. Ricordiamo che è scaduto oggi il termine per la presentazione degli emendamenti.

Chiarire i punti oscuri del provvedimento è l'obiettivo del PD in Senato. La relatrice, Sen. Puglisi, ne ha presentati 4 insieme all'altro relatore, Franco Conte (Ap)

Si tratta di emendamenti che riscrivono gli articoli 1 (oggetto e finalità), 2 (autonomia scolastica), 3 (percorso formativo degli studenti) e 8 (organico dell'autonomia). 7

Ci sono poi 290 ordini del giorno, di cui 26 firmati M5S. "riproponiamo le modifiche al ddl scuola già presentate alla Camera. Si va dal depotenziamento dei poteri del preside manager al miglioramento del sistema di reclutamento e assunzione degli insegnanti". "Chiediamo – aggiungono – l'eliminazione sia della chiamata diretta dei docenti da parte dei dirigenti scolastici sia degli albi territoriali degli insegnanti". Sulla questione precari, invece, "proponiamo un emendamento che appiani le disparità tra precari e uno che consenta l'assunzione degli idonei al concorso 2012 già da quest'anno". Altri emendamenti, concludono i 5 stelle, sono stati presentati sui capitoli edilizia scolastica e disabilità.

Vi linkiamo dal sito del Senato la scheda di lettura del disegno di legge che vi abbiamo già anticipato la scorsa settimana. Mercoledì inizia la discussione sugli emendamenti.

La scheda di lettura del Senato

Vedi anche

Possibili modifiche: assunzioni rispetteranno riserve legge, stop a voti primi tre anni elementari, classe concorso per musica, inglese, motoria

Tecnici Senato, no chiamata docenti "selvaggia". Chieste linee guida nazionali. Tutto ok per assunzioni

 

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione