Riforma. 89% boicotterà a partire da settembre. Al via i primi referendum. Si preannuncia un fiume di ricorsi

WhatsApp
Telegram

Per comprendere che la riforma non sia piaciuta ai docenti, basta guardare ai numeri dello sciopero indetto a maggio dai sindacati che ha sfiorato l'80%.

Per comprendere che la riforma non sia piaciuta ai docenti, basta guardare ai numeri dello sciopero indetto a maggio dai sindacati che ha sfiorato l'80%.

Molte sono le iniziative di protesta che il movimento di opposizione alla riforma sta mettendo in atto

Ieri abbiamo dato notizia dell'avvio di un secondo referendum abrogativo della riforma, dopo quello presentato dall'ex piddino Civati. Riforma scuola. In Gazzetta Ufficiale il referendum che ne chiede l'abrogazione totale

Con molta probabilità ne sarà presentato un terzo i cui contenuti saranno elaborati a settembre.

I sindacati, da canto loro hanno annunciato battaglia fin dai primi giorni di riavvio delle lezioni. Alcuni sindacati hanno aperto ad un referendum, mentre altri preparano le armi dei tribunali.

Lungo l'elenco dei ricorsi che a settembre invaderanno i tribunali. Dall'incostituzionalità di alcuni passaggi, alle richiesta dei docenti precari di II fascia di essere inclusi nel  piano di assunzioni. Ricorsi che stanno avviando sia i sindacati più giovani e agguerriti, sia i "vecchi" e più tradizionalisti.

Molte le voci che annunciano, inoltre, anche azioni di boicottaggio della riforma. Voci così insistenti che hanno costretto il Ministro Giannini ad intervenire su alguni organi di informazione come "Repubblica" e il "Messaggero" affermando che la maggioranza dei docenti è favorevole alla riforma e che non ci sarà alcun boicottaggio, dato che i dissenzienti sono una minoranza rumorosa.

Abbiamo voluto testare la verdicità della visione del Ministro, lanciando un sondaggio tra i nostri utenti di FaceBook.

Il risultato ci raccontano di un 89% di docenti pronti a bocottare la riforma della scuola, contro una minoranza dell'11% che,  invece, è pronta ad applicarla immediatamente.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur