Riforma 0-6: maestre di infanzia si occuperanno dei bambini di 3-5 anni e non utilizzate nei nidi

WhatsApp
Telegram

Comincia a delinearsi la riforma 0-6, la prima delle deleghe della legge 107/2015, che dovrebbe vedere la luce a gennaio 2017. Se, come assicurato dal Premier Renzi, ci sarà effettivamente la copertura finanziaria.

Confermata la distinzione dei ruoli: le maestre di infanzia continueranno ad occuparsi del segmento 3- 5 e non saranno utilizzate nei nidi.

L’obiettivo della delega è quello di assicurare il servizio educativo per l’infanzia almeno al 33% della popolazione sotto i tre anni, a livello nazionale. A questo scopo concorreranno i servizi educativi per l’infanzia e le scuole dell’infanzia, per assicurare pari opportunità educative.

L’atteso decreto legislativo dovrà delineare un percorso di continuità educativa tra servizi 0- 3 (nidi, micronidi e spazi gioco) , le sezioni primavera (24 – 36 mesi) e le scuole dell’infanzia statali e paritarie.

Come detto, nulla cambia nel ruolo dei docenti, ma sarà richiesto un percorso universitario ad hoc per il personale educativo.

Educatori infanzia: ecco come saranno assunti nel percorso 0-6. Giannini “percorso formativo anche per loro”

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro