Rientro a scuola in estate a Niscemi: potrebbe interessare solo i professori e non gli studenti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La vicenda è quella di Niscemi, paesino in provincia di Caltanissetta, nel quale attraverso un’ordinanza il Preside ha deciso il recupero delle ore di lezione – perse lo scorso inverno per un guasto all’impianto di riscaldamento – nel mese di luglio.

Gli alunni, infatti, dovranno recuperare le ore di lezione perse lo scorso inverno per un guasto all’impianto di riscaldamento. A disporre la ripresa straordinaria – che sarà obbligatorio – dell’attività didattica è stato il preside tramite un’ordinanza.

“Gli studenti e le loro famiglie possono state tranquilli, l’anno scolastico è valido e gli scrutini sono stati già fatti, non c’è alcun pericolo per loro”. Lo afferma il Prof. Fernando Cannizzo all’ANSA. Si tratta di uno dei due insegnanti che hanno presentato ricorso contro la decisione del preside di ridurre di 20 minuti ogni ora di lezione per alleviare i disagi causati dal mancato funzionamento dell’impianto di riscaldamento dell’edificio scolastico negli scorsi mesi di dicembre, gennaio e febbraio.

“Abbiamo contestato una procedura e non mosse contestazioni erariali – spiega Traina – perché la sospensione dei 20 minuti e della sesta ora sarebbe, a nostro parere, dovuta essere deliberata dal Consiglio d’Istituto e non dal collegio dei docenti”.

Sulla presenza di ispettori nell’Istituto, il professore Traina avanza un’ipotesi, da verificare: “Sarà stata avviato un controllo su un possibile danno erariale per il mancato impiego dei professori durante la sospensione delle lezioni d’inverno”. “Se fosse così – aggiunge – se il provvedimento di rientro a scuola è stato fatto seguendo le procedure previste, allora i professori dovranno farlo o saranno assenti ingiustificati. Ma per gli studenti e le loro famiglie – ribadisce – tutto prosegue come sempre. Non avranno problemi”.

Resta da capire cosa dovrebbero fare a scuola gli insegnanti, dal momento che non ci sono attività programmate e neanche gli alunni.

A Niscemi studenti e docenti torneranno a scuola a luglio: devono recuperare giorni persi per guasto ai termosifoni

Versione stampabile
anief anief
soloformazione