Rientro in sicurezza servizi educativi, firmato ultimo protocollo: previsti tavoli per monitorare contagi

Firmato oggi l’ultimo protocollo sulla sicurezza nei servizi educativi che ha coinvolto, tra gli altri, i Ministeri dell’Istruzione, del Lavoro e delle Politiche sociali, della Salute, Anci e i sindacati. E’ quanto si apprende da Ansa.

Tra le novità, come spiegato dal presidente della Commissione istruzione e politiche educative dell’Anci Cristina Giachi, “abbiamo previsto l’istituzione di due tavoli permanenti fra tutti i soggetti coinvolti, uno nazionale e uno locale, per affrontare via via i temi che si presenteranno e per avere un quadro della situazione in evoluzione; i tavoli hanno inoltre il compito di prevedere procedure standard in caso di ammalati e contagi“.

Il protocollo “disciplina poi tutte le procedure di informazione sul contenimento del rischio, stabilisce come si comunica con le famiglie, e stabilisce come ci si comporta con gli alunni con disabilità”. Giachi ha ribadito che “il ruolo dei Comuni è fondamentale per il funzionamento della scuola a tutti i livelli”. “E’ stato – ha concluso – un lavoro lungo, condiviso con il ministero del Lavoro, il ministero dell’Istruzione, tutti i sindacati e gli enti locali, che ha portato finalmente a un protocollo sulle linee guida per la sicurezza condiviso da tutti. Se la scuola aprirà sarà grazie al lavoro e allo stimolo di tutte le componenti: insegnanti, educatori, personale assistente, amministratori, assessori alla scuola, genitori, studenti“.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Affidati ad Eurosofia per acquisire le competenze richieste