Rientro in classe, FDI: “No alla DaD. Il Governo non ripeta gli stessi errori dello scorso anno”

Stampa

“Siamo molto preoccupati perché temiamo che anche quest’anno non ci siano interventi efficaci e tempestivi, queste settimane sono fondamentali per la riapertura regolare del prossimo anno scolastico. Già il grido d’allarme è stato lanciato dai dirigenti scolastici e dai genitori che a ragione lamentano che in questo anno e mezzo poco sia stato fatto per risolvere i problemi e poter evitare la DAD”.

Lo dichiarano i deputati di Fratelli d’Italia Paola Frassinetti, vicepresidente della commissione cultura della Camera e responsabile dipartimento istruzione FdI e Ella Bucalo, responsabile Scuola.

Chiediamo al governo di non ripetere gli errori e i ritardi dello scorso anno che si è poi rivelato disastroso, costringendo per tantissimo tempo gli studenti a seguire le lezioni in DAD con tutte le conseguenze  ormai note“, proseguono le parlamentari.

Quindi, “installare i sistemi di areazione, effettuare il tracciamento, eliminare le classi affollate, individuare nuovi spazi e garantire un servizio di trasporto pubblico adeguato sono le azioni prioritarie da mettere subito in atto”.

Quest’anno poi c’è la vaccinazione e la situazione è critica perché mancano all’appello ben 200mila lavoratori del comparto scolastico”, concludono Bucalo e Frassinetti.

 

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione