Rientro a settembre, Zaia: non c’è una data, caos creato per elezioni

WhatsApp
Telegram

Il Governatore del Veneto Luca Zaia durante la diretta Facebook ha parlato del caos data per il rientro a scuola a settembre.

Il presidente mi aveva informato, è una bella decisione, un bel riconoscimento per quello che è stato a fatto a Vo’ e in Veneto, una forma di ringraziamento alla storia sanitaria del Veneto e anche ai sanitari. Vo’ è un po’ il paese simbolo del Coronavirus, il primo morto in Italia, i primi tamponi, lo studio storico. Bel riconoscimento per Vo’ e anche per il Veneto“, ha detto Zaia sulla notizia di Mattarella a Vo’ per l’inizio del prossimo anno scolastico.

Caos sulla data di inizio dell’a.s. 2020/21: “Quando verrà inaugurato il prossimo anno scolastico non lo sappiamo. Quindi non sappiamo quando verrà il capo dello Stato a Vo’. La Regione potrà fissare la data solo quando il Parlamento avrà deciso la data delle elezioni amministrative. Hanno creato un bel caos

Ricordo che quando si voterà a settembre – ha continuato Zaia – le scuole dovranno essere chiuse almeno per una settimana, dove ci saranno i ballottaggi anche per due settimane. Capite che non sta in piedi questo discorso? Ho parlato a lungo con il presidente Mattarella di questo problema, lui sa tutto, purtroppo non è compito del Quirinale l’indizione delle elezioni”.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito