Rientro a settembre, le FaQ: meglio banchi a scacchiera e non a nido d’ape, calcolo distanziamento statico non dinamico. Chi fa cosa

Stampa

L’USR Emilia Romagna ha emanato una serie di note indirizzate in primo luogo ai Dirigenti scolastici, come pure alle Istituzioni e alle Famiglie coinvolte nelle scuole del sistema nazionale d’istruzione per avviare una riflessione comune sulle strategie e le iniziative utili alla organizzazione della ripartenza in sicurezza del prossimo anno scolastico.

Un documento che intende accompagnare i Dirigenti scolastici e le istituzioni scolastiche ad agire in modo corretto per la ripartenza a settembre, secondo le indicazioni ministeriali.

Si tratta di una serie di FaQ che sono state elaborate sulla base delle domande giunte presso gli uffici dell’USR e le cui risposte sono state formulate a parere tecnico dello stesso Ufficio.

Le domande variano dalle questioni legate all’edilizia scolastica e degli spazi necessari per ogni studente. Ad esempio, è stato ripreso uno studio del Politecnico di Milano che ha individuato tra l’1,8 e i 2,1 mq lordi a studente per rispettare i canoni di sicurezza. Con una configurazione dei banchi a nido d’ape che risulta peggiorativa rispetto a quella a scacchiera.

Per quanto riguarda il distanziamento nelle aule, l’USR ritiene che al momento è necessario procedere con le operazioni di distanziamento “statico” e non dinamico, liberando gli spazi quanto più possibile: armadi, scaffali, pedane.

Per quanto riguarda “chi fa cosa”, l’USR consiglia di “costituire uno o più gruppi di lavoro per la configurazione delle aule, di cui facciano parte il Dirigente scolastico o suo collaboratore (meglio se con un minimo di competenze disciplinari tecniche o scientifiche, presenti in tutte le scuole secondarie), il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione, eventualmente il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza, ed infine, ancora eventualmente, un tecnico del Comune o della Provincia”.

Documento

Stampa

Eurosofia. Acquisisci punteggio in tempi rapidi per l’aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora