Rientro a settembre fascia 0-6, incontro protocollo d’intesa. Anief: attenzione per bambini con disabilità

Anief – Si è appena conclusa la seduta per la firma del protocollo d’intesa per garantire la ripresa delle attività in presenza dei servizi educativi e delle scuole dell’infanzia

La delegazione ANIEF, composta dal vicepresidente nazionale Gianmauro Nonnis e dal presidente ANIEF Veneto Rita Fusinato, ha ritenuto complessivamente soddisfacenti i punti recepiti da parte della amministrazione sui rilievi mossi nelle sedute precedenti. “Sono state accolte gran parte delle nostre richieste – afferma Gianmauro Nonnis – lo scorporo delle sezioni 0-6 delle scuole statali dal presente accordo e il loro accorpamento al protocollo scuola del 6 agosto consente ai DS di uniformare le procedure all’interno degli istituti statali”.

“Permangono alcune perplessità di tipo generale su cui gli organi competenti potranno dare risposta in tempo utile – continua Rita Fusinato – per esempio a chi spetta la comunicazione per l’avvenuta negativizzazione degli studenti? Ovvero sarà in capo ai genitori o avverrà tra uffici della amministrazione?”

“Con l’attivazione dei tavoli permanenti regionali, il rafforzamento dei rapporti tra il Servizio di Prevenzione e Protezione, il RLS e il datore di lavoro, il recepimento delle indicazioni tecniche introdotte in materia di ingresso e uscita, pulizia e igienizzazione e l’attenzione posta nei confronti dei bambini con disabilità, e sull’uso dei locali esterni all’istituto, nonché sulla necessità di formare una commissione ad hoc per ogni istituto, punti già introdotti nel protocollo scuola del 6 agosto scorso grazie anche al lavoro dell’ing. Saccone e del DS Vito Lo Scrudato, i protocolli per le scuole pubbliche e le scuole paritarie non statali sono stati sufficientemente uniformati – ha affermato Marcello Pacifico, presidente nazionale dell’Anief – soddisfazione anche per l’introduzione dell’ultimo punto sulle dotazioni organiche”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia