Rientro a settembre, con raffreddore a scuola dopo 3 giorni. Pediatra: troppe assenze, vacciniamo i ragazzi

Stampa

In base alle linee guida nel prossimo anno scolastico non si potrà andare a scuola con sintomatologia respiratoria e con sintomi febbrili fino a 3 giorni dopo i primi sintomi.

Non ha senso tenere i bambini a casa per queste lievi indisposizioni. Potrebbero tranquillamente tornare in classe dopo un giorno di osservazione, se non hanno febbre. È un peccato, se hanno buone condizioni di salute, fargli perdere l’appuntamento con la campanella. Con queste indicazioni il rischio è che passino un inverno puntellato di assenze“. A dirlo Luca Bernardo direttore del dipartimento di pediatria dell’ospedale Fatebenefratelli di Milano al Corriere della Sera.

Secondo il pediatra è sufficiente fare “più attenzione a indossare la mascherina, quando non è a distanza di un metro-un metro e mezzo dai compagni, e a lavarsi spesso le mani“. Bernardo ritiene invece importante vaccinare i ragazzi “perché in caso di febbre sapere di poter escludere l’esistenza di virus influenzali faciliterebbe la diagnosi differenziale“.

Nuovo anno scolastico. Hai il raffreddore? Resti a casa e puoi rientrare a scuola dopo tre giorni

Stampa

Personale all’estero: preparati al colloquio!