Rientro a settembre, come si svolgeranno le attività laboratoriali. Indicazioni

di redazione

item-thumbnail

Inizio anno scolastico 2020/21: il Ministero dell’istruzione ha reso note le linee guida per il rientro a scuola a settembre. Tra le misure anche le indicazioni sulle attività nei laboratori della scuola primaria, secondaria di I e II
grado.

Tutte le attività didattiche di carattere laboratoriale, si legge alla pagina 13 delle linee guida per il rientro a scuola, saranno svolte avendo cura di predisporre l’ambiente (laboratori interni o all’aperto come, ad esempio, le aziende annesse agli istituti agrari) con le consuete accortezze in ordine alla sicurezza, ma con particolare attenzione a che lo svolgimento di qualsivoglia attività non avvenga prima che il luogo dell’attività didattica non sia stato opportunamente e approfonditamente igienizzato, nell’alternarsi tra un gruppo classe e l’altro.

In tutte le attività scolastiche di laboratorio sarà utile sensibilizzare gli studenti a provvedere autonomamente al riassetto della postazione di lavoro, al netto delle operazioni complesse di competenza del personale tecnico.

Nella pianificazione del curricolo e nella conseguente organizzazione delle attività ad esso correlate, le scuole secondarie di II grado hanno facoltà di collocare, ove possibile, le attività che prevedano l’utilizzo dei laboratori di indirizzo nella prima parte dell’anno scolastico, anche in forma di aggregazione per ambiti disciplinari, adottando ogni soluzione che consenta di realizzare l’integrazione o il consolidamento degli apprendimenti tecnico pratici non svolti nell’a.s. 2019-2020 a causa della sospensione delle attività didattiche in presenza.

Anche per le attività laboratoriali relativamente alla numerosità dei gruppi classe le line guida rimandano alle indicazioni di distanziamento già previste dal Documento tecnico del CTS per le aule.

Linee guida

Versione stampabile
soloformazione