Vaia: screening diagnostico COVID a tutti i docenti e ATA per maggiore tranquillità

“Serve una grande alleanza per la scuola. Il Paese ha preso consapevolezza che sta uscendo dalla emergenza e vuole riprendere in mano la propria vita. Condivisibile e da favorire con ogni mezzo. Salvo sporadici e deprecabili casi, tutti hanno applicato le regole con severità e serenità . Adesso, si riapra veramente tutto”.

Così il direttore sanitario dello Spallanzani, Francesco Vaia, in un post su Facebook.

“Guardiamo alla scuola, di ogni ordine e grado. Va riaperta ma serve una grande alleanza – ha aggiunto – La sanità pubblica faccia il grande sforzo di screenare tutto il personale, docente e non docente, attraverso una campagna di approfondimento diagnostico, creando una bolla intorno ad essi e dando così certezza e serenità ai genitori.

La politica, tutta, smetta di litigare e investa, stavolta per davvero, massicciamente in un piano nazionale straordinario che aumenti le disponibilità delle aule e ne migliori la qualità e gratifichi di più, anche economicamente, le professionalità alle quali affidiamo i nostri figli e nipoti. La scuola torni ad essere il tabernacolo del nostro futuro, la fucina del buon cives – conclude Vaia -.

Ripartiamo dalla scuola per far ripartire il Paese. Noi faremo la nostra parte”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia