Rientro a scuola, Siracusa e quasi tutti gli altri comuni della provincia in zona arancione. Verso la Dad fino al 19 gennaio

WhatsApp
Telegram

La provincia di Siracusa quasi per intero è stata inserita in zona arancione dal 9 al 19 gennaio nell’ultima ordinanza della Regione Sicilia del 7 gennaio. I comuni interessati sono 17 su 21 totali e i rispettivi sindaci stanno valutando di applicare la didattica a distanza fino al termine dell’ordinanza siciliana.

Al momento a confermare l’orientamento è il sindaco del capoluogo aretuseo, Francesco Italia, che intervenuto ad una emittente radiofonica locale ha evidenziato come a Siracusa e negli altri comuni si proporrà di evitare le lezioni in presenza fino al termine della zona arancione, dunque fino al 19 gennaio.

Nel frattempo, come abbiamo già scritto, oltre 200 sindaci hanno partecipato in videoconferenza a una riunione urgente indetta dal presidente dell’Anci Sicilia, Leoluca Orlando, per fare il punto sulla ripresa delle lezioni.

Dal confronto di questo pomeriggio, che ha registrato gli interventi di tutti i sindaci allarmati dall’elevatissima percentuale di positivi, è emersa “l’assoluta necessità di tratteggiare una linea comune in tutta l’Isola”, assumendo “tutte le precauzioni necessarie per evitare ulteriori contagi” con l’obiettivo di garantire la sicurezza sanitaria degli studenti e delle famiglie.

“Ci troviamo di fronte a una situazione drammatica e al tempo stesso di incertezza che, purtroppo, non dispone di misure adeguate – sottolineano i sindaci -. Misure che il governo nazionale e la Regione siciliana devono assolutamente modificare. Tutto questo viene aggravato ulteriormente dal forte stato di stress cui sono sottoposte le strutture sanitarie. Bisogna, infine, garantire che la raccolta dei rifiuti speciali Covid non gravi sul bilancio del comune e venga gestita, per competenza, dalle Asp”. 

Ricordiamo che i sindaci possono derogare alle attività in presenza, per specifiche aree del territorio o per singoli istituti, esclusivamente in zona rossa o arancione e in circostanze di eccezionale e straordinaria necessità dovuta all’insorgenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del virus SARS-CoV-2 o di sue varianti nella popolazione scolastica.

ORDINANZA SICILIA

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti