Rientro a scuola, pediatri: grembiulini utili contro virus e poi riducono confronti tra alunni

A pochi giorni dal rientro a scuola, si ripensa all’utilizzo dei grembiulini. A farlo è Il Corriere della sera che rilancia un’indagine su mille pediatri condotta dall’Osservatorio Nazionale sulla salute dell’infanzia e dell’adolescenza Paidòss. 

Secondo la maggior parte dei medici l’utilizzo dei grembiuli a scuola è un buon metodo per prevenire i contagi, oltre che un mezzo per ridurre i confronti sull’abbigliamento tra alunni, spesso al centro di polemiche.

L’indagine dell’Osservatorio Paidòss ha dimostrato che i pediatri lo vedono un utile strumento, in particolare fra i piccoli della scuola dell’infanzia e della primaria. Il 68% dei medici intervistati lo ritiene un ottimo presidio protettivo perché basta metterlo in lavatrice al rientro a casa per eliminare i germi che potrebbero portare raffreddore, tosse, infezioni gastrointestinali. In altre parole, con il grembiule si potrebbe evitare di portare o almeno limitare il virus da scuola a casa.

Quest’anno dovremo convivere con Covid-19 e anche se i bambini non sembrano sviluppare la malattia in maniera grave possono contribuire in larga misura alla diffusione dell’infezione: il grembiulino può rivelarsi un alleato prezioso“, ha affermato il presidente Paidòss.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia