Rientro a scuola: ogni tanto ascoltate anche i genitori. Lettera

Stampa

Inviata da Leale Maria – Buongiorno, scrivo da genitore e voglio esprimere ciò che penso sul rientro pv. I DS a mio avviso devono essere più decisionali e intraprendenti : Autonomia scolastica è affidata a loro e sono abbastanza informati sul comportamento da utilizzare x emergenza Covid.

1)Ascoltare di più gli studenti soprattutto gli adolescenti che hanno sofferto molto non per la DAD ma perché sono in troppi in classe e per legge a priori è anticostituzionale avere le classi pollaio perché nn rispettano le misure di sicurezze: gli studenti sono ben informati a proposito.

2)Le strutture scolastiche esistenti possono ospitare frequenza sia la mattina che pomeriggio: tempi addietro era così e nn mi sembra che ci si sia lamentati troppo, anzi.

3)Lo sdoppiamento classi consentirebbe nuovi contratti di lavoro e di formazione e per gli alunni sarebbe apprendere con più tranquillità e venire corretti più spesso: la Dott.ssa Lucangeli nn ne può più di parlare sempre della stessa cosa.

4)Il punto 3 sarebbe a favore di quelle famiglie che hanno soggetti con delle patologie che in Calabria nn sono riconosciute e i DS nn avendo in possesso certificazioni adeguate nn consentono DAD. Bisogna valutare da regione a regione.

5)Le prove Invalsi sono andate male proprio deciso dagli alunni per farsi forse accorgersi di loro?

Spero che sia un inizio bellissimo per i nostri figli che non aspettano altro per immergersi nel mondo del Sapere essere e fare!!!!!!!
Basta parole le famiglie e i nostri figli non ne possono più!!!!!!Ogni tanto ascoltate anche noi.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione