Rientro a scuola, non è prevista misurazione febbre. Divieto di accesso se si hanno sintomi compatibili con Covid: come riconoscerli

WhatsApp
Telegram

Domani le prime campanelle suonano per il ritorno in aula dopo le vacanze estive. Sarà un rientro diverso rispetto all’anno scorso: le misure anti Covid sono infatti scadute con la fine dell’A.S. 2021/22. Le scuole seguiranno le indicazioni fornite dal Ministero attraverso il Vademecum e le FAQ. Sarà possibile accedere a scuola con raffreddore lieve ma non con sintomi compatibili con il Covid

Quindi come riconoscere la sintomatologia compatibile con il Covid? Sarà possibile misurare la temperatura corporea prima di entrare in aula?

Il Ministero su questo punto ha fornito degli esempi attraverso una FAQ:

Per accedere ai locali scolastici sono previsti controlli sullo stato di salute, ad es. misurazione della temperatura corporea?

No, per accedere ai locali scolastici non è prevista alcuna forma di controllo preventivo da parte delle Istituzioni scolastiche.
Ma, se durante la permanenza a scuola, il personale scolastico o il bambino/alunno presenti sintomi indicativi di infezione da SARS-CoV-2 viene ospitato nella stanza dedicata o area di isolamento, appositamente predisposta e, nel caso dei minori, devono essere avvisati i genitori. Il soggetto interessato raggiungerà la propria abitazione e seguirà le indicazioni del MMG/PLS, opportunamente informato.

A titolo esemplificativo, rientrano tra la sintomatologia compatibile con COVID-19: sintomi respiratori acuti come tosse e raffreddore con difficoltà respiratoria, vomito (episodi ripetuti accompagnati da malessere), diarrea, perdita del gusto, perdita dell’olfatto, cefalea intensa.

Non è consentito stare a scuola nei casi indicati nel Vademecum:

Mentre con il raffreddore lieve è possibile stare a scuola:

È consentita la permanenza a scuola a bambini e studenti con sintomi respiratori di lieve entità ed in buone condizioni generali che non presentano
febbre?
Servizi educativi per l’infanzia – Sì, in quanto nei bambini la sola rinorrea (raffreddore) è condizione frequente e non può essere sempre motivo di non frequenza o allontanamento dalla scuola in assenza di febbre.
Scuole I e II ciclo – Sì, gli studenti possono frequentare in presenza indossando mascherine chirurgiche/FFP2 fino a risoluzione dei sintomi ed avendo cura dell’igiene delle mani e dell’osservanza dell’etichetta respiratoria.

VADEMECUM E FAQ MINISTERO

Calendario scolastico: il 5 settembre suonano le prime campanelle in Lombardia, a Trento e Bolzano

WhatsApp
Telegram

“Come compilare il nuovo pei pagina dopo pagina”. Corso tecnico/pratico di Eurosofia a cura di Evelina Chiocca, Ernesto Ciracì, Walter Miceli