Rientro a scuola nel Regno Unito: ci sarà solo se sarà garantita la sicurezza della salute pubblica

Il Regno Unito non intende riaprire le scuole a breve.

E’ quanto scrive The Guardian sulla base delle dichiarazioni dei vari Stati membri.

I dirigenti scolastici hanno chiesto di porre fine a dichiarazioni contrastanti sulla riapertura delle scuole, che mandano in confusione docenti e genitori.

Il Sunday Times ha pubblicato che i “ministri senior” hanno appoggiato un piano di riapertura parziale delle scuole secondo tre possibili date: immediatamente dopo la chiusura dell’attuale blocco l’11 maggio; dopo le vacanze di metà periodo il 1 ° giugno; o all’inizio dell’anno scolastico a settembre.

Ma il segretario all’istruzione Gavin Williamson ha dichiarato di non poter fissare una data per la riapertura delle scuole.

Anche Kirsty Williams, il ministro dell’istruzione per il Galles, ha dichiarato : “Come ho confermato la scorsa settimana, le scuole in Galles non apriranno a breve. Naturalmente stiamo lavorando a riaperture graduali”.

In Scozia, Nicola Sturgeon ha twittato sempre sullo stesso argomento : “Le decisioni devono essere basate su basi solide e non premature. Non sappiamo ancora cosa sarà possibile e quando ”.

I propositi di una riapertura immediata in Inghilterra sono stati inoltre contraddetti dall’ambizioso piano del Dipartimento per l’Educazione di distribuire laptop e router a banda larga agli alunni svantaggiati che non dispongono di dispositivi.

Williamson ha così dichiarato: “Fornendo ai giovani questi laptop e tablet e consentendo alle scuole di accedere a un supporto di alta qualità, consentiremo a tutti i bambini di continuare a studiare ora e negli anni a venire.”

 

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia