Rientro a scuola, la politica ascolti solo i virologi. Lettera

ex

Inviata da Mario Bocola – Mentre tutti i virologi e gli epdemiologi stanno continuando a ripetere che è meglio
ritornare a scuola a settembre, il senatore di IV Matteo Renzi, ex Presidente del Consiglio, continua ad essere fiducioso e ottimista che si possano riprendere le lezioni dopo il 3 maggio prossimo.

Senonchè ha preso a modello per l’Italia la decisione della Francia, la quale intende riaprire le scuole il prossimo 11 maggio.

Vogliamo ovviamente capire da dove trae tutta questa fiducia e certezza il senatore Renzi che propone il rientro a scuola a maggio per svolgere gli esami all’interno delle istituzioni scolastiche, quando siamo ancora in piena emergenza sanitaria e non si sa con certezza quando finirà. Appare, quindi, ormai acclarato che il rientro tra i banchi di scuola entro il prossimo 18 maggio, a detta degli esperti del Comitato Tecnico Scientifico, è improbabile.

E la politica continua ancora ad insistere sul ritorno a scuola copiando addirittura le proposte avanzate dagli altri Stati europei. Sarà difficile un rientro a maggio: tutto slitterà a settembre, sperando che il covid 19 si
fermi. La politica dovrebbe fare solo una cosa ora: ascoltare la parola dei virologi ed epidemiologi e basta.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Scegli il corso ideato da Eurosofia per acquisire le nuove, indispensabili competenze