Rientro a scuola, i primi studenti a tornare a Bolzano, ultimi in Calabria e Puglia. Le date regione per regione

Stampa

Il nuovo calendario, predisposto dalle singole Regioni e dalle Province autonome per l’anno scolastico 2021/2022, indica che già il 6 settembre suonerà la prima campanella per gli studenti della provincia autonoma di Bolzano, che arriveranno alla fine del percorso il 16 giugno.

Quando si ritorna a scuola? Le date regione per regione

Alto Adige 6 settembre
Abruzzo 13 settembre
Basilicata 13 settembre
Calabria 20 settembre
Campania 15 settembre
Emilia Romagna 13 settembre
Friuli Venezia Giulia 16 settembre
Lazio 13 settembre
Lombardia 13 settembre
Liguria 15 settembre
Marche 15 settembre
Molise 15 settembre
Piemonte 13 settembre
Puglia 20 settembre
Sardegna: 14 settembre
Sicilia 16 settembre
Toscana 15 settembre
Trentino 13 settembre
Umbria 13 settembre
Valle d’Aosta 13 settembre
Veneto 13 settembre

Calendario scolastico 2021/22: quando ricomincia la scuola. Le date per tutte le regioni [AGGIORNAMENTO DEFINITIVO]

Vaccini per docenti, scontro nel Governo tra persuasori e obbligazionisti. Ipotesi “forte raccomandazione” e DaD in caso di quarantena

Dopo Bolzano sarà la volta di Lombardia, Piemonte, Veneto, Lazio, Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Umbria, provincia autonoma di Trento e Valle d’Aosta che hanno previsto il primo ingresso a scuola per il 13 settembre.

Ragazzi sui banchi dal 14 settembre, invece, in Sardegna.

Due giorni dopo, il 15 settembre, la campanella suonerà per gli studenti di Toscana, Molise, Campania, Liguria e Marche.

Mentre il giorno dopo, il 16 settembre, toccherà ad alunni e docenti del Friuli Venezia Giulia e Sicilia.

A chiudere il calendario di ripresa per l’anno scolastico 2021/20212 saranno Calabria e Puglia (20 settembre) che hanno deciso, così, di favorire un maggior percorso estivo per agevolare il settore turistico particolarmente importante per entrambe le realtà.

Nell’ambito dei provvedimenti di autonomia, alcune Regioni, però, hanno diversificato la ripresa della scuola, con calendari separati per i vari gradi di scuola, come nel caso del Veneto che ha scelto di partire con primarie e medie il 13 settembre, mentre le superiori potranno aspettare fino al 16.

Il piano prevede anche differenze sulle date di fine delle lezioni, lasciando alle Regioni la possibilità di programmare un calendario tenendo conto delle festività: più giorni di pausa durante l’anno, ovviamente, corrisponderanno a un rinvio della fine delle lezioni.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione