Rientro a scuola: formazione docenti, ATA, dirigenti è prevista da Linee guida. Esempi

di Ilenia Culurgioni

item-thumbnail

Rientro a scuola a settembre: le linee guida ministeriali dedicano una sezione alla formazione del personale docente, educativo, ATA, dirigenti.

Le istituzioni scolastiche organizzano attività di formazione specifica per il personale docente e ATA, in materia di utilizzo delle nuove tecnologie relativamente alle diverse mansioni e professionalità. L’obiettivo è non disperdere e potenziare ulteriormente le competenze acquisite, dai
docenti, nel corso del periodo di sospensione delle attività didattiche in presenza e dal personale ATA nel corso dei periodi di smart working. E’ quanto contenuto nel Piano scuola 2020-2021 (decreto n. 39 del 26 giugno 2020).

Esempi tematiche

Docenti e personale educativo

  • Metodologie innovative di insegnamento e di apprendimento
  • Metodologie innovative per l’inclusione scolastica
  • Modelli di didattica interdisciplinare
  • Modalità e strumenti per la valutazione, anche alla luce di metodologie innovative di insegnamento e di apprendimento realizzate, ad esempio, attraverso le tecnologie multimediali.

Personale ATA

  • Organizzazione del lavoro, collaborazione e realizzazione di modelli di lavoro in team (amministrativi, tecnici, collaboratori scolastici)
  • Principi di base dell’architettura digitale della scuola (amministrativi, tecnici, collaboratori scolastici)
  • Digitalizzazione delle procedure amministrative anche in relazione alla modalità di lavoro agile (amministrativi e tecnici).

Dirigenti scolastici

Per i Dirigenti scolastici potranno essere organizzati specifici momenti formativi su Privacy e sicurezza nella Didattica digitale integrata, gestione dello stato emergenziale, gestione delle riunioni e degli scrutini a distanza.

Didattica digitale integrata

Il Ministero sta predisponendo le Linee guida per la Didattica digitale integrata, con proposte e indicazioni finalizzate alla pianificazione metodologica, funzionale anche alla gestione dell’emergenza sanitaria. Il piano per la riapertura delle scuole prevede infatti la sospensione della didattica in presenza e la ripresa dell’attività a distanza, attraverso la modalità di didattica digitale integrata, qualora dovesse ripresentarsi una situazione epidemiologica emergenziale.

Le istituzioni scolastiche dovranno quindi integrare il proprio PTOF con le
opportune indicazioni metodologiche avendo a riferimento le dotazioni tecnologiche, le condizioni di connettività dell’utenza e del territorio, i livelli di competenza degli alunni e del personale, mirando all’accrescimento delle competenze tecniche.

Potranno essere organizzati webinar a livello territoriale per docenti e ATA,
anche con appositi approfondimenti sugli strumenti per la didattica digitale, modalità e procedure della valutazione a distanza, salute e sicurezza sul lavoro per il personale e per gli studenti in attività didattica “a distanza”.

Versione stampabile
soloformazione