Rientro a scuola, cosa fanno i Paesi europei. In Danimarca si parte oggi

Rientro a scuola, cosa fa l’Italia e cosa gli altri Stati europei. Soluzioni diverse anche in base alla situazione epidemiologica.

Italia

In Italia, riguardo al rientro o meno nel corrente anno scolastico, non è stata presa nessuna decisione ufficiale né al riguardo si è espresso il Ministro. Soltanto oggi, il sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, De Cristofaro ha affermato:

“l’ipotesi del non rientro a scuola sembra quella più largamente probabile”. 

Soltanto gli scienziati si sono chiarimenti espressi per il non ritorno a scuola nel corrente anno scolastico, considerata la pericolosità delle istituzioni scolastici ai fini della diffusione del contagio del coronavirus.

Coronavirus, sottosegretario De Cristofaro si sbilancia: non rientro a scuola è largamente probabile

Francia

In Francia, come riferito ieri, è previsto un graduale rientro degli studenti, partendo dalle fasce di popolazione più deboli, al fine evitarne il confinamento

Coronavirus: riapertura scuole in Francia, sì ma graduale. Prima infanzia e primaria

Spagna

In Spagna, si pensa ad un rientro a scuola differenziato nelle varie zone del Paese, a seconda della maggiore o minore diffusione del contagio.

Il rientro, dunque, sarà scaglionato e differente da regione a regione e partirà a maggio.

Germania

Come in Italia, non è stata presa nessuna decisione sul rientro a scuola degli studenti, decisione che è attesa per oggi.

Anche qui si prospetta un rientro graduale e scaglionato degli studenti in base all’età. I primi a rientrare dovrebbero essere i bambini della scuola primaria, poi gli alunni delle medie e infine gli studenti delle scuole superiori. Per quest’ultimi, infatti, la didattica a distanza, considerata anche l’età, sta funzionando bene.

Danimarca

Ultima in ordine di trattazione, ma prima a riaprire i battenti la Danimarca.

Asili e scuole del’obbligo aperti da già da oggi, con la previsione di eventuale nuova chiusura, qualora il numero l’emergenza epidemiologica ritornasse ad essere grave ossia aumentassero i contagi.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia