Rientro a scuola, Codacons: no a foto bambini sui social, web pericoloso

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’associazione dei consumatori lancia l’allarme: “Diffondere immagini di minori sul web è pericoloso, i malintenzionati possono avvicinarsi così ai bambini”.

Domani, in concomitanza con la riapertura delle scuole, tanti genitori inonderanno la rete con le foto dei loro bambini pronti ad affrontare il primo giorno di scuola” avvisa il Codacons lanciando un appello ai genitori affinché evitino la pubblicazione di fotografie dei propri figli sui social. “Il web è pericoloso” continua l’associazione in un comunicato diffuso dal vice presidente, Francesco Di Lieto, sottolineando che per la diffusione delle immagini di minori è necessario che ci sia il consenso di entrambi i genitori, oltre a quello del minore.

Di Lieto precisa: “La giurisprudenza ritiene che la pubblicazione delle foto di minorenni sui social da parte di un genitore, nonostante la contrarietà dell’altro, violi l’art. 10 del codice civile, le norme in materia di tutela della privacy e quelle della Convenzione di New York sui diritti del fanciullo. La diffusione delle immagini fra un numero indeterminato di persone, conosciute e non, le quali possono essere malintenzionate e avvicinarsi ai bambini, oltre la metà delle foto contenute nei siti pedopornografici sono foto di bambini condivise sui social“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione