Rientro a scuola, caso sospetto? Resta stanza COVID e referente. Cosa prevede l’ISS

WhatsApp
Telegram

Pubblicate le “Indicazioni strategiche ad interim per preparedness e readiness ai fini di mitigazione delle infezioni da SARS-CoV-2 in ambito scolastico (anno scolastico 2022-2023)”. Il documento è stato realizzato dall’ISS, con i Ministeri della Salute e dell’Istruzione e la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, e riguarda le scuole del primo e secondo ciclo di istruzione.

Nel documento viene indicata la procedura da seguire se dovesse esserci un caso sospetto Covid a scuola:

Il personale scolastico o l’alunno che presenti sintomi indicativi di infezione da SARS-CoV-2 viene ospitato nella stanza dedicata o area di isolamento,
appositamente predisposta e, nel caso di alunni minorenni, devono essere avvisati i genitori. Il soggetto interessato raggiungerà la propria abitazione e seguirà le indicazioni del MMG/PLS, opportunamente informato.

Resta quindi la stanza Covid e la figura del referente Covid. Fra le risorse necessarie si indica infatti: “Garantire la presenza di referenti (scolastici e nei DdP) per la gestione delle malattie infettive respiratorie“.

Queste misure sono valide e considerate come di base, ossia con l’attuale quadro epidemiologico. Se la situazione dovesse cambiare, verranno attuate le misure indicate nella tabella 2.

INDICAZIONI ISS [PDF]

Ritorno in classe: mascherine per tutti e distanziamento di un metro con boom di contagi. Linee operative ISS [scarica PDF]

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur