Rientro, Azzolina e Ascani a tavolo con Regioni ed enti Locali. Bisogna pensare sia a giugno che settembre

di redazione

item-thumbnail

La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina e la Vice Ministra Anna Ascani hanno riunito oggi, a distanza, il tavolo permanente di lavoro con le Regioni e gli Enti locali che, spiegano, “nasce dalla volontà e dalla necessità di agire insieme e di farlo rapidamente in vista della ripresa di settembre, ma anche del Piano a cui si sta lavorando per offrire servizi, già nelle prossime settimane, ai bambini e alle loro famiglie. Serve, in questa fase, la massima collaborazione”.

Fra le priorità individuate, la necessità di accelerare ancora la spesa per l’edilizia scolastica, alleggerendo ulteriormente il carico burocratico, in modo da poter subito effettuare i lavori.

Il Ministero ha già cominciato a sbloccare fondi e i primi 2.000 cantieri stanno partendo proprio in questi giorni. Al centro dell’incontro anche la richiesta, da parte di Regioni ed Enti Locali, di un Protocollo sanitario comune, che possa consentire di offrire e progettare il più rapidamente possibile servizi e attività per i bambini a supporto delle famiglie e dei genitori che devono riprendere a lavorare. Fra i temi affrontati, le risorse per il sistema paritario, che potrebbero essere inserite nel decreto del governo in preparazione per maggio, quelle per gli Istituti Tecnici Superiori, sbloccate ieri con la firma di un apposito decreto di riparto, la necessità di trovare spazi per garantire, alla ripresa delle lezioni, il giusto distanziamento nelle aule a tutela della salute degli studenti e del personale.

“Il lavoro di questo tavolo – chiudono Azzolina e Ascani – si affiancherà a quello del Comitato di esperti insediato al Ministero che sta ragionando su settembre. Ci riuniremo periodicamente per dare risposte concrete e rapide alle famiglie e al mondo della scuola”.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione