Rientro a scuola a Berlino con nuove regole: lavaggio mani ogni 2 ore, niente chiacchiere

Stampa

Le nuove regole della scuola a Berlino: porte aperte a distanza, non si chiacchiera, lavaggio mani ogni due ore, si mangia distanti.

Così gli studenti rientrano in aula a Berlino: le porte delle aule restano sempre aperte, c’è il divieto di toccare maniglie e corrimano, bisogna lavarsi le mani ogni due ore, si entra e si esce in modo scaglionato e poi c’è il divieto di chiacchierare in cortile dopo l’ultima campanella.

La Newsletter di Mario Calabresi riporta il regolamento della Herman Nohl, una scuola pubblica italo-tedesca e le prime impressioni di uno dei suoi studenti.

Il ragazzino racconta che c’è ormai un silenzio di tomba nei corridoi e che si mangia da soli.

“Il primo giorno erano un po’ tutti disorientati – ha raccontato lo studente -. Anche perché il margine di manovra per garantire la sicurezza dei ragazzi è davvero ristretto: in classe non ci si può muovere senza autorizzazione, la distanza tra gli alunni deve essere di un metro e mezzo, nei banchi doppi un posto deve restare vuoto, i percorsi di entrata e uscita sono differenziati, le classi divise a metà”.

E poi non si può andare alla cattedra e non è consentito toccare la lavagna.

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!