Rientro a scuola, 18.786 le classi che non fanno lezioni in presenza a causa del covid: in Francia la situazione è difficile

WhatsApp
Telegram

In Francia, la situazione rientro a scuola è anche peggiore di quella italiana: sono 18.786 le classi delle scuole francesi chiuse per la presenza di casi Covid o per l’assenza di personale docente, sempre riconducibile alla pandemia. Lo ha reso noto il ministero dell’Istruzione.

Si tratta di un record dal lockdown del maggio del 2020 e riguarda il 3,56 per cento di tutte le 527.200 classi del Paese. Prima delle vacanze di Natale, erano 2.970 le classi chiuse in Francia, la scorsa settimana 14.380.

Notevole anche la contaminazione tra gli studenti. Secondo i dati degli ultimi sette giorni, in Francia sono 463.197 i casi di Covid confermati tra gli studenti, contro i 331.775 della scorsa settimana.

Tra il personale, scolastico il ministero dell’Istruzione ha confermato 30.774 casi negli ultimi sette giorni, rispetto ai 25.571 della settimana precedente.

Alla luce di tale contesto, i sindacati attaccano il Governo e proclamato un nuovo sciopero .

Giovedì scorso 11 sindacati su 13 si sono uniti in Francia per contestare la “confusione” dei protocolli stabiliti dal ministro dell’Istruzione Jean-Michel Blanquer per far fronte al Covid dopo il dilagare della variante omicron.

Secondo Le Figaro, allo sciopero ha aderito il 75% degli insegnanti francesi, mentre per il ministero dell’Istruzione ha aderito il 31% .

WhatsApp
Telegram

Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) sono un’opportunità professionale anche per gli insegnanti. Tutte le informazioni qui e su TuttoITS.it