Coronavirus, se rientro a maggio, in Trentino ipotesi doppio turno: metà classe a scuola, metà lezioni a distanza

Stampa

Rientro a scuola a maggio o settembre, in Trentino si studiano i possibili scenari.

Metà classe a scuola e metà con didattica a distanza in caso di rientro a maggio

Qualora si dovesse rientrare entro il 18 maggio, come spiega il direttore generale del Dipartimento della Conoscenza Roberto Ceccato e come leggiamo su giornaletrentino.it, una delle ipotesi in campo in Trentino, al fine di assicurare la distanza di sicurezza per evitare il contagio, è quella del doppio turno “tecnologico” settimanale:

  • metà classe in aula a scuola;
  • metà classe a casa a seguire le lezioni a distanza.

Tale ipotesi andrebbe sicuramente bene per le scuole medie e per le secondarie di seconde grado, mentre dei dubbi permangono riguardo alle scuole dell’infanzia e alle primarie, considerata l’età degli alunni, le difficoltà a mantenere le distanze e  ad utilizzare gli strumenti tecnologici. In tal caso, inoltre, sarebbero necessarie forme di sostegno familiare, prevedendo dei congedi per i nuclei in cui lavorano entrambi i genitori.

Rientro a settembre

Per il rientro a settembre, si dovrà attendere e capire quando si inizierà. Ricordiamo che il decreto scuola prevede un eventuale inizio il primo settembre per il recupero degli apprendimenti dell’a.s. 2019/20.

Al riguardo, le regioni hanno evidenziato che la competenza in materia di calendario scolastico spetto alle stesse e che il Ministro non può procedere con atti unilaterali.

Mascherine, mensa e trasporti

Altri problemi da affrontare, ha proseguito il Direttore generale del Dipartimento della Conoscenza, riguardano: l’approvvigionamento di mascherine, qualora previste per il rientro, la mensa scolastica e i trasporti.

L’approvvigionamento delle mascherine, se previste, potrà essere risolto a settembre e non certo a maggio.

Quanto alle mense e ai trasporti, queste le parole del Direttore:

“Dovremo pensare ai trasporti. Certo gli alunni non potranno viaggiare su autobus strapieni come avviene oggi. E dovranno essere distanziati anche a mensa. Ci sarà bisogno di turni e maggiori mezzi a disposizione. Ogni momento dovrà essere organizzato in maniera tale da ridurre il pericolo di contagio”. 

Decreto scuola: valutazione, esami di Stato, recupero, avvio nuovo anno scolastico. Lo speciale

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!